Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

3 giu 2024

2 giorni al Passubio

 Bellissima 2 giorni in queste montagne che sono diventate note e in parte trasformate durante la Prima Guerra Mondiale. 

Siamo in 17 partecipanti e la bellezza di andare in montagna e che ognuno puo' fare cio' che gli piace.

Quindi una volta parcheggiato a Bocchetta Campiglia

Un gruppo sale dalla "Strada degli Scarubbi" mentre  un altro si cimenta nella "Ferrata delle 52° Gallerie"

Il Gruppo Trek



E il gruppo Ferrata che inizia a salire in un bosco di Mughi.



Per poi passare in ambiente piu' aereo



Sotto di noi pasa la "Strada delle 52 Gallerie"





La ferrata è molto lunga e mai banale


Arrivati al Passo di Val Fontana D' Oro
Il gruppo si divide ulteriormente mentre alcuni un po' stanchi prendono il sentiero 369 che in piano porta al Rif. Papa.
 Gli altri affrontano la " Ferrata  Falcipieri "
Che passa dal Cimon del Soglio Rosso
E dalla Cima dell' Osservatorio


Dopo mangiato il rifugista Roberto ci racconta un po' di curiosità sulle gallerie e la storia del posto


Non resistendo a stare sotto le coperte alle 5,30 siamo in piedi ad aspettare il sorgere del sole


Sempre un emozione mozzafiato.
Specialmente in questi luoghi dove si percepisce anche una sensazione spirituale.



Tornati al Rifugio alle 7 colazione .


E poi ci si prepara...


Scendiamo per un pezzo di " Strada degli Eroi "
Dove in alcuni tratti c'è ancora tanta neve.

Prendiamo quindi il "Sentiero delle Creste"
Che ci porta fino a una galleria dove era alloggiato l' arrivo della teleferica e qualcuno non perde tempo per tirare fuori il bambino che c'è in lui.


Piu' in su un cartello ci incuriosisce 

E andiamo a vedere cos'è... seguendo la originale segnaletica 


Dopo aver percorso un sentiero molto esposto  ma protetto da questi paletti...


Incontriamo una scaffalatura dove ci sono un po' di ritrovato bellici...

E un deposito di ossa dei soldati che ancora oggi si trovano su questa montagne.

Poco piu' giu' si arriva in un "nido d' aquila" dove sono raccolti cimeli bellici.




Lasciato quel posto unico, continuiamo a salire rincorrendo il grosso del gruppo.

Passiamo quindi da "Cogolo Alto" dove ci sono i ruderi del rifugio.
E poi su fino alla Cima Palon
Dove parte la galleria "Generale Papa"
Vuoi non entrarci ???
La percorriamo per un bel po' e alla fine sbuchiamo poco piu' in su della "Selletta Damaggio".
Da qui in breve siamo sul "Dente Italiano"

E poi andiamo sul "Dente Austriaco"

Dove ci ricompattiamo.
Scendiamo ora per il sentiero 142 A che è ancora ricoperto dalla neve
E poi verso la Chiesetta di Santa Maria
Luoghi unici e pieni di storia e spiritualità, come quando poco piu' in giu' troviamo la Porta Romana che sovrasta il cimitero del Battaglione Liguria.

Ritornato al rifugio salutiamo il gestore e iniziamo la discesa percorrendo la "Strada delle 52° Gallerie"
Un opera impressionante...



Che si snoda in questi anfratti...


Tantissima ammirazione per chi l' ha fatta.
E alla fine rieccoci al parcheggio .

Un Grosso Grazie agli organizzatori e a chi a partecipato,
che a reso questa 2 giorni bella, piacevole e divertente.
E grazie anche per le foto che ho rubato un po' a tutti Voi per fare il report.