Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

07 mar 2011

Adamello 8-9 Agosto 2010 (come è cominciata)

Andrea e Simone mi hanno chiesto di mettere le foto qui sul blog ed io lo faccio con vero piacere e un pò di emozione . Vi racconto quindi con immagini la mia prima esperienza su un ghiacciaio.
Io e il mio amico Emilio, ideatore della gita, insieme ad altri compagni conosciuti sul posto partiamo dal Rifugio "Al Bedole" con 2 Guide Alpine, da lì si prosegue in cammino attraverso il bosco e il sentiero verso il rifugio "Mandron" dove ci fermeremo per il pranzo

Mentre siamo in cammino
Arrivati al "Mandron"
Dopo il pranzo si prosegue costeggiando il trasparentissimo lago "Mandron"
Si iniziano a vedere i rivoli d'acqua del ghiacciaio che si scioglie sotto il sole d'Agosto
Eccolo, finalmente! Appena lo vediamo iniziamo tutti a correre... Davanti a noi in maglietta la nostra guida
Nei due giorni precedenti aveva nevicato e si vede! Io sembro la bambina felice con il giocattolo nuovo...
Prima volta con i ramponi e legati in cordata... Non è tutto ghiaccio, anche qui rivoli d'acqua e crepacci...
Ancora crepacci e ghiaccio un pò "sporco"Residuati bellici
Questo mi ha un pò spaventato... non si vedeva il fondo... Alla faccia della manovra di recupero!
Vista panoramica dal rifugio "Ai caduti dell'Adamello" dove abbiamo passato la notte... Personalmente la mia prima notte in un rifugio

Il morale è alto! Foto di gruppo prima di cena
Dopo una notte quasi in bianco data dall'emozione, dal fatto che soffro di insonnia e soprattutto che non sono abituata a dormire in un sacco lenzuolo (ma per l'Adamello si fa questo e altro), si riparte! Destinazione la mitica Cresta Croce!

Eccoci ai suoi piedi

Il pezzo forte di tutta la gita! cominciamo ad arrampicare in cordata, la guida dice di tenere i ramponi anche su roccia perchè tiene ed infatti era vero! La roccia era un tipo di granito chiamato tonalite, la sensazione del rampone era favolosa...
Mentre arrampichiamo...
Panorami per me nuovi e mozzafiato

Arrivati alla croce (dietro di noi) proseguiamo verso il cannone
Per Andrea: mi hai chiesto come è stata la Cresta dalla Croce fino al Cannone, per me è stata molto divertente, ma c'è anche da dire che la guida era molto affidabile ed eravamo tutti legati, per cui il mio giudizio potrebbe essere falsato, comunque giudica tu dalle foto che ora inserisco...


Mi sentivo in equilibrio perfetto
I ramponi tenevano magnificamente
Io ed Emilio finalmente al Cannone felici
Vicino al Cannone la mitica lapide... Orgoglio e soddisfazione!
Purtroppo tutto ha una fine e quindi si scendeUltimo sguardo alla Cresta...
Ripercorriamo il percorso dell'andata e si torna a casa
Bene! Dopo avervi scassato le p... con la mia gita in Adamello ecco qui foto e report, spero che le foto vi siano piaciute, personalmente è stato un piacere condividerle qui sul blog, vi dico solo che dopo questa mitica gita ho definitivamente deciso di continuare ad arrampicare, di iniziare a sciare e di praticare tutte le attività possibili inerenti alla Montagna
Adamello forever!
Ciao a tutti

4 commenti:

Vecchioleone ha detto...

Quante volte ho percorso ghiacciai e creste come quelli, e troppe volte li ho percorsi quasi con scontatezza, come una parte necessaria in una gita e nulla più. Respirare attraverso il tuo racconto l'emozione che ancora ti pervade guardando le tue prime foto, è una cosa di cui ti sono riconoscente, è come se mi avessi detto:"uhè pistola!! ma non sai come sei fortunato ad essere stato iniziato alla montagna da piccolo?! Apprezza di più quel che hai fatto e il percorso alpino che hai sotto i piedi!!".
Anche se sembra nulla più di una catasta di granito o un ghiacciaio ormai agonizzante.
Grazie Ovomaltina, rinnovato entusiasmo fa sempre bene in un gruppo

Ovomaltina ha detto...

Io ringrazio te! Dai tuoi racconti sentiti di sfuggita in questi tre anni che ti conosco mi hai contagiato la curiosità di cominciare... Poi certo, tutto il resto è stato un percorso unicamente mio, ma se tu non mi avessi sostenuta con i tuoi consigli e non mi avessi inserita in questo gruppo non sarei stata qui a raccontarlo e condividerlo con voi!
Questo è un punto di partenza, ma se mi aiuterete tutti con la vostra esperienza potrò fare grandi cose! Io di mio ce la metterò tutta!

Orzo Bimbo ha detto...

Alessandra che bello leggere il tuo report.
Come dice Ale certe cose si danno per socontato. Ma la gioia che si prova in certi luoghi, restano in noi.E ogni volta che ci ritorniamo riaffiorano e una sensazione strana ti coinvolge...
Bello !
Brava !
Continua cosi !

Andrea ha detto...

Strano l'Adamello senza neve, non sono abituato a vederlo così.
Vai Ovo, in montagna "volere" è "potere"!