Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

24 giu 2013

Via Aramis a Rogno e Falesia di Predore

Anche questo sabato il dove andare è condizionato dal meteo.
Infatti le previsioni danno rovesci sparsi sulle Alpi e Prealpi con un eccezione nel bergamasco-bresciano.
La zona è nuova per noi e quindi ben venga .
Ovviamente è la prima volta e il settore " I tre moschettieri " lo troviamo dopo aver girovagato un po' e dopo aver fatto un avvicinamento da Indiana John.
 Siamo in 7 e quindi ci si divide, Alessandra e Fabio andranno a fare " Pastasciutta e Scaloppine ", mentre Renato e Matteo partono per primi sulla via "Aramis", io li seguiamo con Erika e Oscar
Qua lo schema della via in rosso , mentre in arancio la variante di Renè che a meta' del 2 tiro ha preso un altra via ; "Dartagnan" .
 Il primo passaggio è veramente ostico soprattutto se fatto a freddo, ma poi il tutto diventa piacevole.
 La roccia è un verrucano e quindi l' aderenza la fa da padrone, Erika e Oscar sul 2 tiro.
 Peccato che la via sia molto sporca e quindi bisogna cercare le zone piu' pulite per salirla.
 Finito le vie ci ritroviamo tutti e decidiamo di cambiare posto e andare in una zona piu' fresca Predore.
Posto veramente bello a pochi metri dal lago d' Iseo, che in questo periodo l'acqua ha un livello eccezionale.
 Ovviamente la via "Paola" è da fare !
 "Mio Fratello" sulla " Marta "
 Fabio suda non poco sulla " The Master "
 Oscar piu' furbo, assicura all' ombra...
 Anche Alessandra alle prese con la via " Paola".
La giornata in questi nuovi posti è stata veramente piacevole, la compagnia come sempre è stata super.
Predore mi ha veramente colpito, vorrei provare a farci una puntatina post lavoro fra qualche giovedì.
 

17 giu 2013

Mont Vélan

A degna conclusione di una stagione scialpinistica mai veramente decollata siamo riusciti a salire il Mont Vélan, strepitoso balcone su monte Bianco e Grand Combin. Proprio da quest'ultimo è presa questa foto che riassume l'anello: in blu la salita, in rosso la discesa.




Anche se è un versante nord la neve la troviamo alta, molto di più di quanto ci aspettassimo e anche se cerchiamo di sfruttare tutte le lingue di neve alla fine spalleremo per circa 700 metri.


Il locale invernale della Cabane Vélan è strepitoso ed è tutto per noi 4. Lucie, Maurizio e Massimo sono i degni compagni per un giro come questo. Compagnia allegra e contenuta, proprio come piace a me.


Buona notte Grand Combin...


La mattina sveglia prestissimo, Mauri è lento a prepararsi!!!!!!!!!!!!!! A parte questo partiamo quasi puntuali e con le prime luci ci troviamo già al colle Gouille. Ieri, dove solitamente si crea la fila, c'erano  solo pendii ancora vergini.










Risaliamo il ghiacciaio e dopo quasi sei ore arriviamo in vetta.

Lucie e i suoi ultimi passi


  
Bye bye skialp, ci vediamo l'anno prossimo!



10 giu 2013

Falesia della Sassaia

"Perché non andiamo al mare il prossimo week ?"
Dopo queste parole di mia moglie come dirgli di no ?
Ovviamente sto' gia' pensando ma io che ci faccio la ?
La vita da mare non fa' per me, quindi bisogna organizzarci.
Contatto gli amici di Viareggio ed ecco fatto ci ritroviamo a Vecchiano famosissima falesia alle porte di Pisa piu' di 250 tiri :
Fioriture particolari sul sentiero che conduce al settore della Civetta.
 Qua ritrovo Kikko gia impegnato nell' arrampicata...
 E la Iaia a fargli sicura.
 Ma la vera sorpresa è conoscere Gigi.
 Soprannominato " il Vecchiaccio "
 71 anni suonati, ma in formissima ! Fa il 6c da primo e tra una saracca e una espressione colorita ti spiega i segreti dell' arrampicata ... Molte delle vie sono state chiodate da lui , conosce ogni appiglio e quindi il modo migliore per passare , con lui affrontiamo vie dal 6a in su, una vera fortuna avere un maestro cosi, speriamo quest' estate di rincontrarlo e carpire altri segreti; ovviamente alla sua maniera ..
 Io sono curioso di natura e quindi cos c'è di meglio che scoprire un posto nuovo ?
Da questo sito ho scoperto la presenza di una palestra di roccia alle spalle di Viareggio
Trovarla non è stato facile, ma chi la dura la vince.
Qui allego la cartina e la via del Colsereno da prendere aggirata una villa c'è un parcheggio. 
 La Falesia è caratterizzata da due sculture A una testa strana e B un Bambino ....
 Sembra la testa di un estraterrestre !
 Anche il bambino è un po' inquietante....
 Ho schematizzato qua un po' le vie che si trovano, ovviamente sul sito del Cai di Viareggio vi è la versione completa. 
 Le vie sono a golfari ma comunque vecchi chiodi fanno pensare che la palestra era gia' usata da molti anni fa' e magari anche il Gigi ci ha pure arrampicato :

07 giu 2013

Galbiate... La voglia c'è!!!

Era da tanto che l'aspettavamo... La riapertura di Galbiate! Purtroppo dato il meteo avverso quest'anno abbiamo aspettato un pò prima di ricominciare, ed anche stavolta le previsioni non erano gran chè...
"Proviamoci".
In quattro, nonostante i nuvoloni che si facevano sempre più fitti man mano che ci si avvicinava alla nostra falesia ci abbiamo creduto, e il pensiero ricorrente era "Vediamo di fare almeno un tiro"
Così, io, Luchino, Matteo e Daniele (il primo ad arrivare al parcheggio) ci siamo ritrovati ai piedi dell'Oasi per fare "almeno un tiro"
Ed alla fine i tiri sono stati ben più di uno con grande soddisfazione dei partecipanti. Purtroppo unica nota stonata della serata il grande assente Riki che però era con noi con il pensiero e con gli sms...
Per Daniele il primo tiro tirato da primo e prima volta che ha arrampicato con la frontale... Te lo sei meritato visto quanto ci hai aspettato al parcheggio!!!
In queste foto si riassume la serata...



.............................
Galbiate è aperta!!!
Ciao a tutti

05 giu 2013

Antimedale Via Chiappa

Era da un anno che desideravo farla e alla fina eccoci qua, e si perché non ero il solo ad averla nelle mire...
Siamo 3 cordate ,Ale e Ale( cordata sarda )Luca e Renè e Erika ed io.
I primi a partire sono i 2 ragazzi poi seguono le fanciulle e a finire noi.
I maschietti procedono agevolmente e in poco tempo sono gia' alla seconda sosta
Un po' piu' lenti saliamo anche noi, da far presente che Alesarda è alla sua prima via...Da segnalare le frasi che si scambiano le due sarde...l' arabo è piu' facile !
Chiude il gruppo Erika in arrivo alla 1° sosta, da notare... anche la corda non va bene dove passa...
AleSarda alle prese con la sua prima via, ma davvero complimenti !
Alla seconda sosta AleSarda preferisce rinunciare e quindi scende la nostra cordata si amplia e diventa da tre, si unisce Ovamaltina che è restata orfana.
I bimbi intanto se la godono la su...
Ma anche noi arriviamo...
Li vedete ? L' uno verde e l' altro giallo...
E si Luca scatenato ha gia' finito la via, mentre Renè è all' ultima sosta...
Wee ma arriviamo pre noi , Ale alle prese con il superamento del traverso e Erika un po' piu' sotto..
Il Resegone ci guarda !|
Va che faccia da pirla ...E si  ora te la ridi ma pochi metri sotto c'era il passaggio chiave e non te la ridevi ...
Sosta un pò scomoda, ma penso che in molti abbiano da invidiarmi ...bisogna stare vicini vicini...
Intanto su di sopra si festeggia l' uscita in cima... 
Ultimo tiro...Traverso di 4°E i due gingosango se la ridono ....
Anch'io esco...e va dove faccio sosta accanto alla Dittamo Bianco, bellissima pianta ma aime come tutte le belle cose ha un suo lato negativo...è una piante ustionante...Pensate ce seppure avevo su i Jeans sono riuscito a sfregarla con la caviglia e le sue conseguenze per un po' me le terro' ! 
Questa in sintesi la via da sotto.
Bella giornata passata assieme ad amici, tutti si sono comportati egregiamente, ma quello che mi ha fatto piu' piacere è stato Gianluca.
L' anno scorso ti ricordi perché portavi il casco ? Non per i sassi che sarebbero potuti cadere ma per chi ti controllava se ti assicuravi bene...Quanti cazzotti su quel casco...
ma alla fine sono serviti. Ormai sei diventato veramente indipendente anzi hai superato pure me. Bravo !