Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

29 giu 2015

Inizio estate fra rinunce e cime

L'inverno mi ha lasciato solo una convinzione: dopo l'estate piovosa 2014 devo tornare in quota.

Weekend 20-21 giugno

Mi ritrovo a risalire la val Ferret in compagnia di Lucie, Sergio e Ale destinazione Mont Dolent, mio chiodo fisso da qualche anno.

Il bivacco è freddo ma tutto sommato confortevole e la notte passa bene disturbati solo da un venticello che ogni tanto soffia violento.


La mattina si preannuncia bella ma nel giro di poco tutto di copre e si decide per la ritirata; quando una schiarita fa capolino in mezzo alle nubi ecco che proviamo a raggiungere la cima di consolazione ma ancora una volta il cielo si copre e ripieghiamo.


A vedere questo video forse è meglio così

video
 
 
 
Weekend 27-28 giugno
Quale luogo migliore per camminare un po' se non il Monte Rosa? Da Indren al bivacco Giordano la salita è abbastanza breve ma sul nostro cammino incontriamo la Vincent sulla cui cima non eravamo mai stati.
 
 
 
Il giorno dopo è la volta della Margherita altro 4mila del Rosa che mancava.
Fa piacere una volta tanto essere gli ultimi a partire.
 
Si alza sempre lenta come un tempo l'alba magica in....Montagna
 

 
 
 
Ma la Zumstein è vicina quindi perchè no?
 
 
Sul Rosa tutto è in condizioni strepitose. Ancora parecchia neve che si porta dietro molti sciatori, tutte le classiche tracciate e bivacchi da dimenticare. Il Giordano è in uno stato di semi abbandono a cui si aggiunge l'inciviltà di certa gente: bagno assolutamente inutilizzabile pena il colera, gas mancante (che gioia fare acqua con le candele e colazione con l'acqua gelida delle borracce) e rifiuti un po' oltre il normale. E siamo solo a inizio stagione!!!
 

Pizzo dei 3 Signori , Via " Anna nel Sole "

Unire una bella arrampicata a una arrampicata mi sta' piacendo sempre di piu', specie se fatta in posti poco frequentati.
 Una sosta ( Birra Stop ) per ricompattare il gruppo è obbligatoria al Rifugio Trona, gestito dalla simpatica Elisa.
 L' ultima neve entra nel lago dell' Inferno con tutte le tonalita' di turchese
 Poco oltre la fine della diga ecco apparire la parete con la nostra via.
 Il primo tiro non lo possiamo fare perchè ricoperto ancora dalla neve...
 Il secondo, diventa quindi il nostro primo ...
 Bella partenza del 2° 
 Tiri facilmente proteggibili
 E roccia super !
 Chiara all' uscita delle difficolta' del 2° tiro
 Da questa sosta si vede bene tutta la parete che era nascosta e dove passa la via.
 3° sosta in 3, da qui parte a sinistra un bel diedro che usammo tempo fa....
http://alpinline.blogspot.it/2012/09/pizzo-dei-3-sig-via-anna-quasi-nel-sole.html
 Fabione sul traverso esposto
 Manca solo un tiro e un po' di euforia regna
 Ecco Chiara sul taverso...
 Ed ecco Gianluca
 Bella Dulfer dell' ultimo tiro e sosta da guadagnare facendo spostare i signori della montagna.
 Foto e chi deve correre a casa per impegni presi... Ciao Pio e Fabione
 E chi invece ha il tempo di salire in cima, e ricordare un amico scomparso 3 anni fa' ... 
Ciao Pinuccio .
 Scendendo incontriamo altri stambecchi, sono sempre affascinato da questi animali, e riesco ad avvicinarli senza che scappino. A detta dei miei compagni " non se ne vanno via, perchè capiscono che sei una bestia pure te !"
Durante la discesa veniamo colti da un temporale con grandine e fulmini... e qua la " Bestia" trova un riparo in una vecchia miniera . 
 Come è arrivato cosi se n'è andato il temporale e dopo una breve sosta dall' Elisa un ultimo sguardo verso il Pizzo e una promessa .. Ci torneremo !
Visto che di roba da fare ce n'è tanta :

26 giu 2015

Costiera Morcana...6 mesi dopo.

A Gennaio di quest' anno,la mancanza di neve porto Claus e me alla ricerca di posti nuovi...
https://www.facebook.com/riccardo.mulazzani.7/videos/736090096481016/?pnref=story
Allora un forte vento e un freddo pungente ci accolse...Ma un ghigno comune apparse...
Pensa venire qua in estate e fare il bagno....
6 mesi dopo eccoci qua.
Il clima è decisamente diverso la roccia uguale...
 Grande Claus a portare su la corda  su questi strapiombi.
 Mentre noi arrampichiamo tantissimi a pesca degli agoni .
 Ovviamente non si arrampica soltanto ... e un bagno è d' obbligo per la felicita dei pescatori...
 Poi per asciugarsi tiretto sempre su strapiombo
 Ovviamente siamo andati avanti finche' c'è stata luce....
E meritava !


23 giu 2015

Devero Falesia Busin Stange

Non sempre le previsioni azzeccano.
In questo mondo ormai tutto programmato e digitalizato , ti accorgi che esiste la possibilità che non vada come previsto. Cio' rende la montagna un ambiente unico, selvaggio che non sta' alla regole della globalizzazione.
Prima delle 8 siamo al Devero, i prati in fiore hanno preso il posto della neve
 Imboccato il sentiero lasciamole ultime bellissime casette
 Il rumore del torrente e il profumo dei fiori ci accompagnano nell' avvicinamento.
 Ultime macchie di neve coprono ancora la parte alta del sentiero.
 Ma il tempo che doveva essere bello, che fine ha fatto ?
 Ci fermiamo alla base della parete aspettando un apertura, ma visto il giro delle nuvole...Piuttosto che stare li fermo decido di andare a fare 4 passi... vediamo com'è la scaletta...
 Spostando sempre piu' in su il punto "dell' arrivo fino li"....Arrivo al Colle della Rossa ... E l' apertura tanto attesa si trasforma in neve !
 La neve non mi ferma e la curiosita' mi fa' arrivare ai piedi della Rossa. Vedo che la cordata che era impegnata sullo spigolo sta' scendendo, poi sapro' che sono 2 amici, Maurizio e Marco.
 Quando ritorno scopro che durante la mia oretta di assenza, qualcuno ha fatto ginnastica, altri per starsene al caldo ha escogitato altri sistemi...
 Inutile aspettare l' arrivo della schiarita... decidiamo di scendere.
 L' idea di tornare al caldo dentro a un rifugio fa' gola a tutti e scendiamo pensando a cosa mangiare...Ma vuoi che ci siamo riscaldati scendendo o che un pallido sole incomincia a fasi vedere....Entra in azione il piano B...
Incontrando gente del posto ci facciamo spiegare come raggiungere la falesia del Busin Stange sopra Crampiolo. 
E la raggiungiamo traversando un bellissimo bosco.
 La Falesia è in un ambiente spartano, anche i tiri sono belli tosti e non regalano gradi.
 Lasciamo Roberta Claudio e Andrea a giocare su gradi per me impossibili, noi scendiamo a Crampiolo e berci una birra.
 Paesino da favola...Non esistono strade ma prati...
 Anche la chiesa è uno spettacolo.
 Bello Bello Bello !!!
 Rientriamo a Devero ormai tardi e il sole tanto atteso in mattinata ci saluta. Ma grazie al brutto tempo abbiamo avuto la possibilita' di scoprire un posto per me nuovo .
Qua la sintesi della giornata :
Rosso la salita alla Bastionata.
Blu il mio giretto fuori programma
Giallo la variante nel bosco per cambiare valle
Verde la salita alla Falesia
Viola il rientro a Devero