Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

22 dic 2015

Ponte Brolla "Via Quarzader"

Finalmente domenica scorsa siamo riusciti a farci questa via che da un po' mi ronzava in testa...
Arrivati al parcheggio eravamo in 11, ma le temperature basse e la mancanza di sole hanno diviso il gruppo, cosi in 5 hanno preferito andare ad arrampicare nella soleggiata falesia del Castelliere .
Gnola - Salvo, Andrea- Roby e Chiara ed io invece abbiamo deciso di provare ad andare a vedere l' attacco... e dal vedere ...si parte ! Primo tiro subito ostico ... alla faccia del 5b...
 I tiri si susseguono e il  sole non si vede, ma la tenacia e le giaccavento aiutano a salire le placche compatte.
 I 6 tiri della prima parte della via non mollano mai...
 Poi finalmente la musica cambia, l' aderenza lascia il posto al verticale...
 E dopo il 7 tiro ecco il sole !
 Mentre recupero Chiara, il mio sguardo va verso l' ombra che si crea sull' altro versante... Sembro un brufolo sul naso 
 Dai Chiara pochi metri e anche tu sarai al sole.
 Il tiro chiave della via ..il 9° Grande Roby impegnato nello strapiombo...
 E grande soddisfazione quando arriva in sosta ! Lo gradano 5c ma per me un bel 6a 
 Chiara intanto arriva in sosta percorrendo la splendida prua di quarzo che da il nome alla via.
 Qua invece alle prese sullo strapiombo del 9 tiro.
 Arrivo finalmente alla sosta del 10° tiro e in alto vedo apparire Gnola che grida... " TI VUOI MUOVERE ! " indicando l' orologio.
 Dai Chiara che in alto hanno fretta...
 Ed eccola sulla placca del ultimo tiro manca veramente poco...
 Ovviamente siamo accolti dalla felicita' di "Gargamella" opss... GargaGnola !
 Ma tra una battuta e l' altra riusciamo anche a strappargli un sorriso nella foto di gruppo .
 Ma la giornata non è finita...  Dobbiamo ancora scendere...il primo incontro è con la casa bivacco ...
 Poi quando il sentiero inizia a scendere compare pure un piccolo Budda...
 La discesa è una ravanata degna delle Orobie... ma il bello deve ancora arrivare...scendiamo una scala a pioli e ci troviamo a ridosso di un Bunker... meglio scappare subito prima che qualcuno apra gli le ferritoie e ci spari... 
 Bellissima salita , un po' meno la discesa, qua la via in sintesi presa da un sito svizzero a nostro avviso i gradi sono un po' stretti, ma la spittatura è super ! 

14 dic 2015

Bastionata del Resegone

La La bastionata mi ha sempre inculcato rispetto e timore...
Ieri è stata la prima volta che la vedevo.
Ho fatto solo un tiro sulla via Nuovi Orizzonti, non vedere gli spit o chiodi sopra di te su un muro immenso nero fa' un po' di soggezione.
Poi ho iniziato ad arrampicare e presa dopo presa la parete la paura si è allentata, i chiodi spuntavano e tutto sembrava andare nel verso giusto...
Ma il freddo alle mani mi ha concesso solo un tiro, arrampicare senza sentire le prese non è bello e quella parete merita di piu'...
Andrea alle prese nella parte piu' ingaggiosa .
 Arrivato in sosta anche Andrea non riesce a sentire le mani ...Un fredda foto e si scende, la parete non si sposta , ci aspettera' con un po' piu' di caldo e sole .
 Qua lo schizzo della parete preso dal sito :
 http://larioclimb.paolo-sonja.net/falesie_lecco/passdelfo/passdelfo.pdf
la 4 è la nostra. 
 Una foto alla bella parete.
 Mentre si discute sul cosa fare e non fare, con Andrea  decidiamo di andare a vedere la Torre Elisabetta.
 Ovvaimente il nostro vedere è un po' come san Tommaso se non si tocca non ...
Ed eccoci su la Via Lele Rock
 Fatti i primi bei 2 tiri, la cima sembra a portata di mano, ma da sotto ci dicono che ne manca ancora...Visto che è gia' tardi decidiamo di scendere...
 Anche questa torre restera' in conto per la prossima stagione
 Qua lo schizzo della via sempre scaricato da :
http://larioclimb.paolo-sonja.net/falesie_lecco/passdelfo/passdelfo.pdf
 E la luce del tramonto da un che non so' di che a questo angolo di Resegone , trascurato per troppo tempo.

09 dic 2015

Arrampicare a Gallivaggio

Curiosando nella rete ho trovato questo sito :
http://www.campingacquafraggia.com/climbindex.htm
Nel quale si parlava di questo nuovo posto.... 
Basta una telefonata e la voglia di novita' crea subito gruppo...
 L' unica pecca e aver lasciato a casa la macchina fotografica... Ringrazio Fabione per le foto.
Con Andrea partiamo dalla 1 "Lo Spigolo Paletta ", che ovviamente non potremo mostrarvi ...
Poi Fabio ci fotografa nel traverso di " Erika "
 Marco sull' ultima sosta di "Zio Cattivo"
 Ci ricaliamo e poi via sulla kikka della giornata...
 " Intossicazione Alcolica " Via adatta a me in quanto reduce da una serata a Buglio...Andrea nel passaggio chiave,  la bella lama in strapiombo
Posto carino, calcolare che in questa stagione il sole riscalda le pareti dalle 10 alle 15.

23 nov 2015

Sass Negher

Allarmati dalla "sciabolata artica " temperature in picchiata e altri allarmismi metereologici...
Andiamo a farci un giro in questa falesia nei pressi di Piona.
Al nostro arrivo il sole non l' ha ancora illuminata e tutto sembra piu' tetro...
Il tempo di  prepararci ed ecco  che i primi raggi comparire...
 Ambiente carino con vista lago
Finite le salite conviene scendere a piedi le doppie sono uno spreco di tempo...
La cordata Morgana Roberto in azione.
 I gradi abbastanza generosi rendo plasir le salite e anche la sosta a meta' del tiro puo' essere saltata, Cosi da fare una bella filata da 60 mt
 E riprendere in cima la cordata dell' Amore...
 Con Luca un pensierino per il prossimo anno...
 Nel bosco spiccano questi strani fiorellini frutti che danno un po' di colore 
 Ambiente sicuramente molto bello
 La falesia sicuramente è adatta a un corso e a chi arrampica da poco. 
 La sez. del Cai di Colico ha inoltre munito tutti i settori di cartelli, indicante il nome e i gradi dei tiri.

16 nov 2015

Tre Denti di Meano

Sempre alla ricerca di posti nuovi oggi siamo in Val Chisone
E di preciso a Meano.
Qua le pratiche per la rianimazione sono un po' piu' alcoliche che da noi.
Lasciata la frazione di Briera in 15 min. siamo all' attacco della Via Lunga.
Il primo tiro fa' capire che qua l' aderenza la fara' da padrona.
Grande la Pio sulle liscie placche
Dopo i primi non semplici 2 tiri, ci alziamo piu' alti dei secolari castagni e la bassa Val Chisone appare coperta dal lenzuolo della nebbia
Intanto la cordata di punta, Gnola - Salvo è gia' impegnata sul secondo dente
Dalla sosta del 2 tiro del secondo dente vediamo la calata dal primo dente i nostri soci.
Lunghe filate di corda ci portano in alto... Non sempre abbiamo rispettato i tiri originali.
La seconda parte del secondo dente è la piu' bella, strapiombi si susseguono per 3 tiri
E alla fine Chiara arriva in cima !
Traversata del dente e calata di 10 mt ci portano dopo un breve trasferimento al 3 dente, anche qui lunghe filate su belle placche che piano piano aumentano di verticalita'
Dalla cima del 3 dente vediamo spuntare in cima del secondo la Pio ... Brava !
E anche chi mi ha sopportato per 5 ore, sbuca sulla cima del 3° dente con 350 mt di dislivello fatto.
Non male per chi arrampica solo qualche volta !
In Blu lo schema della Via Lunga, la foto e altre idee di arrampicata le potete trovare sul sito di chi ha aperto questa via , F. Michelin :