Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

16 lug 2018

Punta D' Albiolo dal Tonale

Uscita corso di Escursionismo Avanzato 2018
Parcheggiate le macchine sulla strada che sale alla Malga Valbiolo
Prendiamo il sentiero a destra che salendo a grossi ziz zac
Alla Citta' Morta
Da qua seguendo il filo di cresta saliamo fino alla cima Tonale
Da qua iniziamo il sentiero degli Austriaci 
Che corre sulla cresta
Durante la guerra era la prima linea.
Camminamenti , ricoveri  e posatazioni sono posizionate su tutta la cresta
Nei punti piu' esposti sono state messe delle catene
e anche assi di legno.
Certi passaggi ricordano le bocchette
Quasi sempre sul filo di cresta il sentiero prosegue
 Un abitante del posto ci osserva incuriosito
Ultimo strappo...
 Ed ecco finalmente la cima ! 
Il panorama da quasu' spazia  a Nord ; Ercavallo, Vioz ecc...
A Sud Presanella, Presena Adamello ecc....
 La cima pero' non è l' arrivo ma il giro di Boa.
 L' intenzione era di continuare la cresta facendo ora il "Sentiero degli Alpini"
Ma purtroppo delle frane hanno divelto le catene 
come pure il collegamento che porta direttamente al passo dei contrabbandieri ha subito dei danni.
 
Scendiamo quindi al rif. Bozzi e da qui saliamo al passo dei Contrabbandieri
Da qui una lunga discesa che passa accanto alla Malga Valbiolo ci riporta alla macchina.

Ringrazio Fabio per le belle foto, traccia Gps e grafico che mi concesso di pubblicare.

3 lug 2018

Cresta Sud Castel Gaino

Per riiniziare con la roccia andiamo a vedere un posto nuovo sul Lago di Garda.
Monte Castel Gaino dove percorriamo la cresta Sud.
Pur essendo la prima domenica di luglio non abbiamo sofferto il caldo, grazie alle velature e a una piacevole brezza come anticipate dalle previsioni.
 Fatti i primi 3 tiri 
 Decidiamo di proseguire in conserva.
 Cerchiamo i punti piu' belli dove salire e se c'è bisogno basta svolgere qualche spira per procedere assicurati.
 La cresta è molto lunga 600 mt di dislivello per 900 mt di sviluppo.
Come dice la Pio una bella cavalcata sulla schiena del dinosauro
 Le difficota' si possono aggirare, ma se volevamo andare per sentieri non saremmo venuti qui.
 Le nostre capocordate
 Sempre sorridenti
 Si sale su bellissime erosioni
 Arrivati sull' anticima non è finita, c'è ancora un bel pezzo di cresta per arrivare in cima.
 Ma finalmente eccoci !!!
 A dire il vero il posto è stato scelto anche per il dopo arrampicata... 
W Scarpette & Costume
Da segnalare nella zona di Toscolano la presenza di un esemplare di tricheco lacustre
 Qua una foto scaricata da internet con la rispettiva relazione :
https://www.camptocamp.org/routes/286404/it/monte-castello-di-gaino-cresta-s
Fa' vedere bene lo svolgimento della salita con la possibilita' di uscire dopo il primo torrione.
Qua invece un altra foto presa da :
http://www.trekking-etc.it/etc/trekking/it/treks/europe/it/bs/lago-di-garda/monte-castello-di-gaino/cresta-sud/trek.html
Dove e segnalato bene il sentiero di discesa non di cosi facile individuazione.
Non prendere l' invitante sentiero che spalle alla croce scende a destra, ma continuare la cresta fino a incontrare un sentiero attrezzato di fune metallica che scende nel versante Nord.
Arrivati alla selletta ritornare sul versante sud e non abbassarsi troppo e continuare a seguire i bollini gialli.