Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

14 mar 2021

Bivacco Cecchini


Non tutte le ciambelle escono con il buco,

oppure,

non tutte le gite escono con la cima...


Cosa facciamo ? Dove andiamo ?

Troppe proposte, troppe indecisioni... 

Alla fine arriviamo a Montespluga e puntiamo il Suretta, il Ferrè ci aspetterà.

Siamo Io, Paola, e Andrea


Andre non è in foto perchè era alle prese con una borraccia rovesciata nello zaino...

Giuro, io non sono scoppiato a ridere!


L'intenzione è di salire dal Passo Spluga e scendere da sud.


Più ci avviciniamo al confine, più il vento aumenta.


Aumenta talmente tanto che, 200m D+ sopra il passo, decidiamo di cambiare meta.
Decidiamo di puntare il Bivacco Cecchini, per il Ferrè ormai è tardi.


Arrivo al Bivacco e mi metto comodo.
Guardo il Ferrè, gli prometto che ci vedremo dopo la zona rossa.


Arrivano anche gli altri.
Foto di cima, anzi, di Bivacco!


Si scende! Discesa su polvere con fondo duro!! Che figata !!


Mi è toccato aspettare il Celiaco anche in discesa... 
I traversi piani non gli piacciono, gli piacciono ancora meno i traversi piani con il vento contro!

Traccia Gpx in Drive.

11 mar 2021

Pizzo Camino


Metti un mercoledì mattina che si libera,
metti tuo papà che vorrebbe fare il Pizzo Camino...

...mercoledì mattina occupato!

Partenza dal fondo piste di Schilpario, 
a farci compagnia la bastionata del Pizzo ed un gran freddo...


Si supera il primo dosso e si continua sempre lungo le piste.


Arriviamo al Passo di Corna Busa, finalmente sentiamo il sole in faccia!
Da qui, è ben visibile il traverso che dobbiamo fare per entrare nel canale di salita.


Appena si perde qualche metro di quota, all'inizio del traverso, incontriamo un ostacolo.
Incredibile la plasticità della neve!


Finito il traverso, arriviamo alla base del canale di salita.
Lo dobbiamo percorrere fino alla fine.


Ed eccoci alla fine del canale principale (2300mslm circa).
Sguardo verso destra, si vede il canalino finale da salire (gendarme caratteristico a destra).
Sci in spalla, picca e ramponi, e si sale!


Alcune relazioni dicono "pendenze di 45°"
Boh...
Ho dimenticato il goniometro...


Lasciamo gli sci alla fine del canalino, sotto il colletto.


Gli ultimi metri di cresta.


Cima!
Oggi siamo saliti con molta calma, 4h dal parcheggio.


Forza, scendiamo!

Noi siamo scesi sci ai piedi dal colletto. 
Altri, invece, hanno lasciato gli sci alla base del canalino.

Non è stata la sciata più bella della stagione, ma sul ripido ci si diverte sempre!

Traccia Gpx in Drive.