Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

14 gen 2020

Monte Sangiatto e Corbernas

Alcuni dicono che vado sempre in Ossola....
Ma come si fa' ad andare altrove, qua tutto sembra una favola...
 Durante la salita che prima ci ha portato all' alpeggio e poi al colle di Sangatto, non l' ho fotografata perchè ormai è già qualche volta che si viene qua.
Nella cronologia di Alpinline :
Ma a sto giro le condizioni ci hanno permesso di raggiungere la cima.
Con un ultimo tratto da fare a piedi non banale, ma non cosi in piedi...
l' unione delle foto le hanno un po' distorte
 E dalla cima questo panorama .
Il gruppo degli scialpinisti o "scimuniti"
 Mentre scendiamo arrivano i cisapolatori anche per loro cima.
Mentre salivo ovviamente il mio sguardo è andato anche al vicino...
Con queste condizioni perchè non provarci...
Ma si è alzato un venticiello che quasi quasi ci porta via il Presidente...
 Con Andrea, che l' ho chiamato per tutta salita Davide , affrontiamo  l' ultimo canalino...
 Che ci porta in Cima al Corbernas il Sangiatto piu' in basso a sinistra.
 Pur essendo montagne vicine il panorama cambia ...e mi dispiace non aver portato su gli sci....
Va cosi si apriva per il rientro con gli assi ...
 Scendiamo ritornando su i nostri passi, o meglio li ritracciamo, perchè il vento ormai li aveva cancellati
 Il traverso è bello esposto .
Ma Andrea se la cava bene
 Mentre scendiamo una strana nuvola a forma di piuma appare sopra la cima appena fatta...
E' proprio vero che l' Ossola è da favola
E per chi non crede alle "Favole"... Questa la neve trovata 
 Qua il tracciato da noi seguito:
Rosso la salita
Giallo e Rosso la salita con i ramponi.
Arancio la discesa con gli sci.
Grazie a Emma,Alberto,Luca e Ganz per le foto e il video a voi rubate.

Monte Dassola o Zocca

Si ha 2 nomi questa cima.
Per gli abitanti di Tartano è la Zocca, per quelli di Campo è la Dassola.
Noi partiamo da Campo ora famosa per il ponte.
Lasciata la mulatiera che porta agli alpeggi prendiamo il sentiero che sale con numerosi zic,zac. 
 Visione di Campo dall' alto, prima di cambiare versante.
Dopo un lungo traverso pianeggiante arriviamo ai prati dell' alpe d'Assola 
 Finalmente qua c'è un po' di neve
 Raggiunta l' alpeggio Paola si ferma.
 Con Giotto continuiamo a salire....
La cima sembra vicina...
 Di sicuro il panorama è fantastico 
 E si scorge Buglio !
 Manca poco per la cima, ma le condizioni fuori dal bosco non mi piaciono.
Decido di tornare da chi da una vita mi aspetta...
 Magari questa estate organizzeremo un altro giro su questa cima davanti a casa, comunque essa si chiami.
 Il percorso da noi fatto il 28-12-2019

7 gen 2020

Grignone

Con Salvo partiamo da Ballisio sci in spalla...
 Che porteremo per piu' di 700 mt...
 Una volta messi... non c'è li togliamo piu'... sul muro
 ...sulla cresta....
 Fino in cima dopo piu' di 1600 mt di dislivello .
 Con Ursula Danilo e Giorgio foto di rito
 Si parte dalla ringhiera del rifugio.
E anche agli sci vengono le vertigini
Foto del Righetti sul pendio iniziale.
 Le prime curve non si possono sbagliare ma piu' in giu' si ha tempo anche di fare un filmato.  
 Che sciata e le gambe hanno bisogno ogni tanto di riposare...
 Raggiungiamo il laghetto del Pialleral sci ai piedi...
 Qua invece una foto presa da internet con in rosso la salita e in nero la discesa
 Questa invece la nostra traccia Gps.