Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

27 ago 2009

Rif. Bignami e giro delle dighe

Gita tranquilla, con amici e bambini, giusto per rilassarsi e far provare qualcosa di nuovo a persone che non conoscono la montagna.
Lasciata la macchina al parcheggio sotto il Rif. Zoia ci incamminiamo lungo la sterrata che costeggia il lago Campo Moro ( per chi volesse questo pezzo è possibile evitarlo, infatti si puo' farlo in macchina e si arriva al parcheggio sotto la diga lago Alpe Gera ).
Si sale sulla diga tramite una rampa costruita direttamente sulla diga per chi ha le vertigini , meglio che guardi il muro.
Arrivati in cima noi abbiamo attraversato la diga e ammirato il panorama ....
Quest'anno di acqua c'è veramente tanta.
Come spesso accade i bambini seguono Orzo Bimbo, e ogni tanto si devono fermare per aspettare gli adulti.
Cosi cantando, parlando, e camminando arriviamo al Rifugio Bignami.
Essendo una gita rilassante è obbligo il pranzo al rifugio.
Dopo il caffè e il giro di grappe foto di gruppo.
E ora inizia la seconda parte, si scende da dietro il rifugio e con un po' di zig zag si arriva quasi sulla riva del lago.
Il sentiero da questa parte è piu' selvaggio, cosi vediamo le marmotte e attraversiamo i torrenti su comode passerelle.
I torrenti che scendono dai ghiacciai sono pieni, il rombo e gli spruzzi ci accompagnano nella discesa.
La veduta del fondo del lago Alpe Gera e i vari torrenti che si sono passati.

Arriviamo cosi ad un alpeggio, dove riusciamo anche ad acquistare dell'ottimo formaggio di capra.
Qua facciamo una sosta e Orzo Bimbo prepara un caffè per tutti.
E' bello il posto e rilassa la compagnia ma il giro non è finito quindi tutti in fila indiana proseguiamo.
Si arriva nel punto piu' particolare della gita, il sentiero è stato scavato sotto un roccione.
E dopo il bello, arriva l'ultima rampa che i bocia la risolvono in poco piu' di dieci minuti ma i veci .....
Ora il sentiero si allarga e in breve siamo sul muro della diga.
Non ci resta che tornare a casa sperando in un altra piacevole uscita.
Qua sotto il percorso fatto :rosso la mattina e verde in pomeriggio.

6 commenti:

simo ha detto...

ma non manca una foto??

Orzo Bimbo ha detto...

Che foto ?

simo ha detto...

due indizi: rifugio bignami e cameriera

Andrea ha detto...

manca, manca...


Ma hai portato su mezza Buglio? Eravate tantissimi!!

Orzo Bimbo ha detto...

La cameriera del rifugio non l'ho fotografata ma ti assicuro merita piu' di un 4000.
Ma per uno che fotografa solo montagna non so se ti puo' interesare.
Andrea invece lo sai che l'anno prossimo divento l'organizzatore della proloco di Buglio.
Quindi vedrai quanti saranno !

Anonimo ha detto...

ricordo...ricordo....gita stupenda con un panorama che ricorda la valle di Heidi !!!
p.s.:organizzatore della pro-loco di Buglio????.....mizzega, ne hai fatta di strada!!! ( tutta in salita, ovviamente!!!).
ciao, Silvia