Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

04 apr 2011

Tambò con discesa da Nord


Cima estetica e tecnica quella del Tambò.
La discesa dal versante nord ha reso questa classica di primavera una delle migliori uscite fatte quest'anno, la compagnia ha rappresentato la ciliegina sulla torta.

Partiamo dal parcheggio con un ottimo rigelo e puntiamo diretti alla dorsale di confine.
Con me Ale, Simo e Lucie.
Indaffarati...


Più saliamo più il panorama diventa bello, sulla spalla sotto la cima possiamo ammirare la Bondasca in tutto il suo splendore affiancata dal gruppo del Badile e del Cengalo. Più a sinistra il Bernina con la sinuosa liena della Biancograt, che a dire il vero non si apprezza molto bene da questa angolazione.

Scammelliamo gli sci fino all'inizio delle prime roccette, un po' sopra rispetto il deposito tradizionale. Armati di picca e ramponi risaliamo gli ultimi 100 metri che ci separano dalla croce...

Piz Ferrè. Ottima traccia anche su questa montagna


L'idea originale era di scendere dal versante nord, ci affacciamo al colletto del deposito sci ma la pendenza è veramente eccessiva, meglio cercare l'entrata tradizionale. Così con Simo andiamo in avanscoperta e la troviamo....Non che qua la pendenza sia minore! Pendio canale con pendenza media sui 40° e punte di 45°! Non sono molto dell'idea di scendere, medito se per me sia meglio prendere la via della normale ma mentre ci penso mi ritrovo già dentro! Quindi non mi resta che ballare....Simo apre le danze su neve che dire fantastica è dire poco: un po' di farina pesante, perfettamente sciabile, con sotto un bel manto trasformato. Meglio di così non potevamo sperare....

Ale = Fellini

Ale ha segnato la discesa


In uscita dal pendio

Oramai in territorio elvetico


Arrivati alla fine della Nord siamo tutti un po' esaltati dalla sciatona fatta, ora però dobbiamo rientrare in italia dal passo dello Spluga, quindi via di ripello!
Il caldo è atroce e la neve sembra fango. Per fortuna che questa è zona di piste quindi possiamo risalire abbastanza comodamente.
Lucie commenta: "Io non ho mai ripellato in tutta la mia vita e sono tre week di fila che lo faccio!"


Gran bel giro, oramai Simone sforna gite quasi come solo Catena sa fare!

4 commenti:

Stefano ha detto...

Sono un Pirla!!

Vecchioleone ha detto...

Bhè, se fa come me con la colla sulla soletta si evita di ripellare...comunque bellissimo il canale, lo vorrei rifare senza zoccolo sotto gli sci!!
E che dire di una gita iniziata con una sveglia bucata, quindi colazione saltata, Andrea ferito e con l'unico suo cibo che tuttora giace sulla neve...certo ai 2 che han perso gli sci sulla statale è andata peggio!

Annina ha detto...

...e ormai chi vi piglia più?

Orzo Bimbo ha detto...

Caspita che invidia....Grande Simo ad aprire le danze nel canale!
Bravi,Bravi,Bravi,Bravi....siete in 4 giusto .