Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

26 feb 2009

Grignone

L'idea originale del Lele, era un giretto tranquillo per vedere se la sua gamba funzionava ancora dopo la lunga convalescenza. Lui pensava alla Grignetta ma, saggiamente, decide per una meta più tranquilla. Pialeral da Balisio, giusto per impedirmi di andare a fare il Caimi...
Insieme a noi c'è anche il Piero, e a Verano si aggiunge Sergio.

Parcheggiamo poco sotto la chiesetta e incominciamo a salire guardando l'orologio: alle 15 bisogna essere dalla Simona, altrimenti sono dolori per tutti.
Cammina che ti cammina giungiamo ai Comolli; scrutiamo la nebbia ma non vediamo il Lele, così io e Sergio decidiamo di tentare di sbucare in cresta... Tanto è presto, abbiamo ancora tempo prima della ritirata. Mano a mano che saliamo la nebbiolina ci abbandona, compaiono le solite, ma sempre bellissime, cime: dall'Arera al Rosa tutto è ben visibile.
Controlliamo spesso l'ora, e ci rendiamo conto che potremmo incominciare a credere alla cima. Spingiamo ancora di più sull'acceleratore e alle 10.15 sbuchiamo in cresta. Nessuno ci ferma e la cima è la logica conseguenza.
Cima raggiunta alle 10.40, tre ore dopo essere partiti. Una bevuta, un pezzetto di cioccolato e un po' di stratcking, poi siamo pronti per scendere. Una lunga corsa fino alla macchina dove arriviamo due ore dopo esserci mossi dalla cima.

Oramai a pochi minuti dalla macchina



La valanga che si è staccata qualche giorno fa è davvero impressionante. Ad oggi si può vedere (e camminarci in mezzo) un vero e proprio fiume congelato che ha travolto tutto. Si è fermata a 1000 metri...a un quarto d'ora dalla macchina.





Bella giornata e buona compagnia. Anche la gamba del Lele sembra che abbia retto.
Peccato che mi sono accorto di avere con me la macchina fotografica solo a venti minuti dalla macchina, pensavo di averla lasciata a casa!
In giro tanta gente: pensionati, on-icers, studenti e, purtroppo, cassaintegrati.

Alla fine è stato meglio non essere andati in Grignetta!

2 commenti:

simo ha detto...

"stratcking"?? cos'è un cibo vegano?

Andrea ha detto...

e vabbuò, sretching o come cavolo si scrive