Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

15 giu 2009

Maloja-St.Moritz

Dopo una stagione passata tra le nevi la voglia di verde si fa sentire, e anche di rilassarsi.
La meta è un idea che mi frulla da molti anni, percorrere la ciclabile che dal Maloja arriva fino St Moritz , costeggiando i laghi.
Questa è una regione stupenda, che da vita a un fiume la cui importanza è notevole l’ Inn.
L’Inn è un nome storpiato dagli austriaci, il suo nome vero è En, che tradotto significa acqua,
quindi En-giadina, che in romancio la lingua dei Grigioni, vuol dire luogo dell’acqua.
Dopo essere riuscito a predisporre la macchina per il trasporto delle biciclette, e convinto le mie due donne ad accompagnarmi eccoci finalmente al parcheggio del lago Segl.
Pronti e ….arrivano le mucche…siamo in Svizzera e anche loro si fanno trasportare fino a destinazione.
Ora finalmente si parte
Il primo pezzo purtroppo è sulla strada trafficata, ma arrivati a Sils si esce dalla traffico e si entra nella cittadina.
Poco dopo lasciamo anche l'asfalto
E costeggiamo davvero il lago di Silvaplana
La ciclabile continua nel bosco,sempre vicino al lago
Pedala e pedala....
Pedala, pedala....
Pedala e...ammira il castello di Surlej...e poi pedala....
Finche' arrivi a St. Moritz.
E qua trovi la tribu dei Vacaputanga.
Per completare il nostro tour saliamo al lago Staz, io avrei osato andare oltre e tutto cosi bello...
Ma la ciurma si ribella e allora ritorno al lago dove pranziamo.
Finito il banchetto, giriamo le bici e rifacendo la strada fatta torniamo verso il Maloja.
Bay bay St. Moriz.
L'ultimo pezzo prima di arrivare alla macchina è sulla statale.
Il rispetto per i ciclisti comunque è diverso che da noi, Olga riesce pure a far fermare un pulman di linea!
Ma sull' ultima curva mi appare davanti il Badile carico ancora di neve, la montagna e i ricordi dell' alpinismo chiamano...ma oggi mi godo il mio relax domani ...non so.
Per chi fosse interessato il giro è di circa 50 km.
E' ben segnalato seguire le varie indicazioni e buona pedalata !!!

5 commenti:

Andrea ha detto...

godiamoci ciò cha abbiamo oggi...domani non siamo neanche sicuri di esserci!

(in più tu incominci ad essere avanti con l'età...)

Orzo Bimbo ha detto...

Caro Andrea,
ma va..a..fancu...!
Intanto non riesci a battermi nella gara di chi ..... piu' lontano !
Figuriamoci in quella di chi campa piu' a lungo !!!

simo ha detto...

l' "ispirazione" l'hai avuta anche con la bici??

Andrea ha detto...

sì, avra sfidato moglie, figlia e mucche...

Orzo Bimbo ha detto...

Con le persone non ho rivali...nelle ispirazioni...con le mucche , o vacche, abbiamo fatto un bel pari !
Ecco perche' dietro me si forma il vuoto!
Sfrutta l'energia che è in te !
Diventa un termovalorizzatore !!!