Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

28 giu 2009

Breithorn Centrale...ancora sci

Ultimo giro con gli sci insieme ad Ale, destinazione Breithorn Centrale. Proprio ieri a Cervinia è iniziata la stagione dello sci estivo (per ora è anche aperta la pista del Ventina fino a Cime Bianche Laghi) così sfruttiamo gli impianti per arrivare a Platau Rosa. Il prossimo anno non mi farò mancare la partenza da Cervinia sci ai piedi, oggi però dopo una lunga stagione piena di salite e fatica gli impianti mi fanno comodo.
Alle 8 siamo a Plateu Rosa. Ricordo ancora la risalita delle piste a piedi dello scorso luglio con Andrea verso il bivacco Rossi-Volante: che fatica!! Oggi però con gli sci questo tratto passa in fretta e al Colle del Breithorn finalmente ci lasciamo alle spalle piste, skilift e schifezze varie.


Il falsopiano successivo ci consegna al pendio sud del Breithorn Occidentale. Da qui puntiamo verso la Finestra del Breithorn: neve bella dura e rampanti indispensabili.


Ai 4081m della Finestra del Breithorn molliamo gli sci, da qui parte la cresta ben tracciata verso il Breithorn Centrale.


In cresta



Alle 10.30 siamo in vetta


Tempo splendido oggi, l'occhio corre sulla traversata dei Breithorn




Uno sguardo al Cervino


E uno al bel cupolone del Breithorn Occidentale


Dopo qualche settimana di inattività riesco ancora a ricordarmi come sciare e mi godo la discesa su neve ottima stile pista per la gioia di Ale. Tornati al Colle del Breithorn torniamo anche sulle piste e la magia della montagna se ne va, noi proseguiamo la discesa su neve sempre più molle fino ai 2800m.

La stagione scialpinistica si chiude qui dopo 35 giornate passate con gli sci ai piedi e circa 40km di dislivello. Dalla prima catastrofica uscita al Piz Tri di metà gennaio ne è passata di neve sotto le solette!
Un doveroso ringraziamento ad Orzobimbo (e alla sua attrezzatura) che mi ha fatto scoprire questo bellissimo mondo.

3 commenti:

Andrea ha detto...

ehi ehi ehi....ma se ci portassi il babbo il prossimo week? Condizioni sicure per gli appiedati?

simo ha detto...

le condizioni di innevamento sono quasi primaverili, oggi ottimo rigelo notturno quindi anche a piedi era ok ma se becchi una giornata calda sei fritto

Orzo Bimbo ha detto...

" Schifezze lasciate alle spalle "... Ma tu come ci sei arrivato a Plateu Rosa ?
Finche non arrivi su da Cervinia non sputare su chi ti ha permesso di goderti la giornata .
Al di la della mia osservazione, bravi e soprattutto bravo in 6 mesi hai acquistato padronanza degli sci e di una nuova disciplina.