Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

01 lug 2013

Breithorn Occidentale 4165 m

Giugno un pò anomalo e ancora tanta neve in quota ma nonostante questo c'è tanta voglia anche per chi non è uno sciatore provetto di salire e fare qualche 4000 fattibile.
L'idea parte dall'amico on-icer Matteo 81 che propone la classicissima salita del Breithorn Occidentale da Cervinia in giornata con l'aiuto della funivia.
Ovviamente non me la lascio scappare e subito aspettiamo l'occasione propizia per poter andare.
La giornata ideale si presenta ieri, con previsioni che danno (l'ha confermato anche il Re!!!) bello stabile.
Rinuncio stavolta alla gita arrampicatoria con Orzo, voglio conservare tutte le mie forze per questo bel 4000 che per me diventa il quarto in carriera. Purtroppo non sono Wonder Woman, per cui scelgo di fare bene una cosa piuttosto che farne male due.
Partiamo da Monza molto presto, già alle 4,30 siamo alla partenza, vogliamo essere già lì all'apertura della biglietteria alle 7,15 e prendere la prima funivia.
Detto fatto eccoci puntualissimi e lì troviamo il mondo... Sabato iniziava la stagione di sci estivo, più tutti gli scialpinisti e vari salitori ad assaltare il Breithorn e ci ritroviamo con una folla mostruosa...
Direi che la traccia di salita era ben segnata, rischio di perdersi uguale a zero...
Arriviamo velocemente a quota 3480 metri del Plateau Rosà e da lì ci leghiamo e partiamo.
Stavolta mi sono unita al gruppo di Matteo, simpatici ragazzi con cui c'è subito affiatamento
Siamo in 5, io in cordata con Matteo e gli altri tre cordata tra di loro.
Risaliamo agevolmente le piste da sci l'allegria regna sovrana così allietati da una giornata magnifica in cui la sagoma del Cervino la fa da padrone. Personalmente non lo avevo mai visto così da vicino, così imponente e un cielo blu scuro che si vede solo ad alta quota.
Una nota per gli scialpinisti: sabato aveva nevicato abbondantemente, e quindi chi vuole farsi una salita da queste parti con gli assi ai piedi ha di che divertirsi con tanta neve fresca...
Noi con i ramponi saliamo comunque, nonostante lo zoccolo di neve che si formava sotto i miei (devo cambiare i ramponi) però tra uno sbuffo e una risata si sale il ripido pendio e l'ultimo strappo fino alla cima.

Un pò di foto
Alla partenza
Arrivati al piccolo Cervino
Va come è contento...


Gli amici di Matteo




Dai che ci siamo
Panorami dalla cima




Eccoci arrivati! Io e Matteo e il Cervino alle nostre spalle

Essendo un 4000 non può mancare una dedica... Ciao Re!!!
Ovviamente queste in cima sono foto di rito in cui siamo tutti in posa, ma è stato bellissimo l'arrivo, gli abbracci, e l'emozione scaturita da questa splendida giornata...
Dopo una lunga discesa e il ritorno alla funivia la ricerca di un bar dove un meritato panino e birretta hanno completato questa giornata meravigliosa...
Grazie a tutti e soprattutto grazie a te Matteo e alla prossima!
Ciao a tutti

2 commenti:

Vecchioleone ha detto...

Wow! Che giornata senza una nuvola!! Che bel blu

Ovomaltina ha detto...

Sì Ale, quando si scelgono i giorni di una gita in base ai modelli meteo il risultato è quello che hai visto: assenza di nuvole e cielo blu