Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

01 lug 2011

Quanti anni sono passati ... ?

Quanti anni sono passati, Lucie? … 5? … 6? Ti ricordi quegli allenamenti di pallavolo nella squadra della Bicocca? E quando ti riaccompagnavo a casa che ancora parlicchiavi insicura l’italiano, raddoppiando tutte le consonanti, tranne quando dovevi farlo?! (“… andiamo a berci una bira?” !!!)

Col passare del tempo abbiamo legato via via sempre di più, associando la nostra frequentazione, il più delle volte, ad attività sportive. A dire il vero io ero un po’ tanto più pigra e molto meno abituata, un po’ più cicciottella e col fiato corto, tu … beh, tu no!!!
La tua presenza costante, il tuo esempio, la tua passione e quel tuo entusiasmo, hanno tirato fuori la sportiva che c’è in me; in concomitanza col cambiamento di alcune “condizioni al contorno” della mia vita, ho avuto la possibilità di seguirti anno dopo anno sempre di più: abbiamo cambiato 2 squadre, migliorando la nostra qualità di gioco.

Sono bastate un paio di volte sulle piste con te, per migliore la mia tecnica e farmi superare le mie paure,

con quella tua naturalezza che trasmette fiducia e tranquillità.


Insieme abbiamo partecipato anche a eventi di interesse sociale … ovviamente sportivi .

ed ora? … fino a che punto mi hai trascinata?!
Ieri ero sospesa a diversi metri d’altezza


quando il terzo componente della Vodka Light, un altro al quale ci sarebbe da fare una sviolinata romantica,


l’ho sentito chiederti: “ma te lo saresti mai immaginato di vederla arrampicare?”
mi sono girata per sentire la tua risposta e hai sfoderato uno di quei tuoi sorrisi infiniti (… ma in Francia avete più denti?!!!!)


risultato … mi ritrovo a fare l’ennesimo gioco insieme alla mia amichetta del cuore


Quello di ieri è stato il terzo appuntamento a galbiate: da un’idea un po’ azzardata di Riki, l’altro dei miei Super-Mega-Tanto-Preferiti,
è diventato un appuntamento fisso che richiama sempre tante persone e che si protrae sempre di più: riuscite a immaginare a che ora abbiamo cominciato a prepararci per scendere al parcheggio?

E tutti i rumori che abbiamo potuto udire nel bosco di sera … alcuni con le orecchie, altri con l’immaginazione, data l’atmosfera poetica ma un po’ inquietante della montagna di notte …

Ma nessuna paura Bimbe, a guidare il gruppo c’era il Bimbo … che, per fortuna, è un segugio un po’ diverso dal suo Giotto, che ha pensato bene di affrontare la paura del buio e dei cinghiali sulle spalle del padrone!  

(Alessia farebbe notare le bretelle di Orzo Bimbo …)

Ma come si faceva a non tirar tardi quando lo spettacolo lì per noi era di questa portata?

La più bella arrampicata l’ho fatta con te, visto Riki?! Tu che ti sei lamentato che, per via della mia amichetta, non ti filavo?!!!!!!

Arrivati sani e salvi al parcheggio, dato che non era tardi per niente (!!!) ci siamo spostati al solito bar dove la rossa più buona della Valtellina e una bruschetta sognata per tutte e 5 le arrampicate del pomeriggio (una dopo l’altra via via sempre di più!!!), ci hanno rinfrancato

e un bello sparetto Lecco-Milano a 130 km/h su Margherita (che aimè non è Occhi di Gatto!) con Riki dietro perché ho scoperto di non avere le luci posteriori (!), mi ha riportata a casa.
(giovedì prossimo vieni con me Alessandra, ok?!)

Domando scusa ai lettori per aver usato questa piattaforma in modo tanto personale, ma la mia vorrebbe essere una celebrazione dell’amicizia in senso più generale.
La montagna tira fuori solo il meglio delle persone, quindi come si fa a non amarci l’un l’altro se abbiamo Lei come m.c.m.? La soddisfazione del Gatto che ha finalmente mangiato il topo, coronata poi da un urlo liberatore (per te Alessandra, ma che a me ha un po’ spaventato –sembravi indemoniata!!! Cmq complimentoni!), gli occhi di Riki e Ale che brillano di fronte all’entusiasmo che loro stessi hanno fatto nascere nei neofiti come me, l’amore strepitoso tra Lucie e Andrea nato proprio tra i Suoi spuntoni rocciosi, … sono sentimenti che sento di condividere con tutti voi, in una dimensione di soddisfazione e realizzazione che riesco ad esprimere al meglio con un semplice, ma carico di significato, grazie!

7 commenti:

Orzo Bimbo ha detto...

Tu ci vizi con queste belle parole.
Comunque certe frasi rimangono incise dentro me per sempre.
La montagna ci mette a nudo e fa' uscire il nostro io.
E' qua che si capisce cosa vale una persona e ringrazio Lucie per averci fatto conoscere una persona con cosi tanta positività.
Continua cosi cara la nostra Fata !
Complimenti anche ad Alessandra che ha mangiato il topo, forse un po' troppo aggressivamente, e hai due nuovi fusti Luca e Zorro !
E' ovvio finire con :
Ci si vede giovedì prossimo !

Savoiarda ha detto...

Dalla nostre prime (serie)schiacciate nella palestra della Bicocca alla finale del Ghe la fo Pu (senza dimenticare il beach volley al Groppo, davanti al fiume Taro) ...
Dalla prima sciata insieme a Piani di Bobbio (e chi se la scorda ?) alle nere della Marmolada (e come potrei non accenare al tuo primo fuoripista a Pila???)...
Dalle prime vie da seconda a Galbiate a ...

... questo è solo l'inizio cara !! :):):)
Sono passati un po' di anni, è vero ... ma no dai ... nn siamo così vecchie ! ... ma quanto si è arrichito, il tuo Curriculum ?? E questo di certo è SOLO merito tuo, della tua voglia di fare, di scoprire, di buttarti in nuove esperienze !!
Prossima tappa : le pelli di foca ! Cosa promessa, cosa dovuta ...

la fata ha detto...

:'-)

Orzo Bimbo ha detto...

Noooooo....Anche scialpinismo....E chi se la scrolla piu' di dosso !!!!!!
Li si che ci si diverte !
Ottobre non è poi cosi lontano ...
PREPARATI !!!!!

Ovomaltina ha detto...

Quanti anni sono passati... Beh per me non molti da quando ho iniziato questa nuova avventura, ma sono stati densi di emozioni e di stimoli che mi hanno aiutata a crescere e curare ansie e insicurezze (c'è ancora tanto da fare, nè). Mi scuso con tutti coloro che si sono spaventati per le grida, ma quando ho stretto la catena di sosta tra le mani per me è stato come prendere in mano il mio destino e dire "Voglio dunque posso".
A Giovedì prossimo (nel sellino posteriore di Margherita)e grazie a tutti, di cuore
Ah, no un'altra cosa... Và che anche io quest'inverno inizierò con lo scialpinismo, eh?

Vecchioleone ha detto...

Leggo ora da un luogo montuoso che mi piacerebbe farti conoscere e mi viene da dirti.....
GRAZIE Morgana, tutto il rsto sarebbe superfluo...

Ced ha detto...

prima c era la lucie
poi hanno fatto le montagne

altro che ambassade francese
ambassadrice des alpes

quanto convolgente, quanto enthousiaste
grazie ragazze siete proppio eccezionale