Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

07 giu 2010

Scialpinismo in Vallese 2

Meta iniziale doveva essere un tour del Bernina, ma il meteo ci spinge a Nord delle Alpi.


2 giugno: Ottavan 2200m -Taschhutte 2701m. Dislivello 500m

Dopo la grande festa per i 50 anni del Kikko io e Mario partiamo alla volta di Ottavan, località posta a 2200m sopra Tasch. Strano ma vero si può arrivare in auto sin qui senza neanche pagare un franco!
Alle 20 inizia la nostra salita e in un'oretta siamo alla Taschhutte



3 giugno: Taschutte 2701m - Rimpfischhorn quota 4100 - Taschhutte. Dislivello 1900m




Alle 5 siamo in marcia. 10 minuti di spallaggio e quando iniziamo a risalire la valle di Chummibodmen mettiamo gli sci.
Il tempo promette bene...


...beh insomma non proprio benissimo!!


Da lì a breve sarà vento e tempesta. Con fatica arriviamo al deposito sci del Rimpfischsattel. Una timida schiarita e proviamo la vetta. Davanti a noi un francese solitario


Il francese tira dritto e risale tutto il canale, la via corretta segue una cengia verso sinistra. Io e Mario arriviamo a quello che crediamo sia il traverso corretto ma anche noi siamo saliti troppo nel canale. Scendendo il canale individuiamo il percorso corretto ma l'ora tarda e il tempo in peggioramento ci costringono a rientrare (fanculo già mi sento Orzobimbo che sfotte!!)
In discesa nonostante la scarsa visibilità facciamo una bella sciata cercando di non disturbare troppo gli abitanti del posto


Il pomeriggio lo passiamo a cucinare nel confortevole locale invernale della Taschhutte. Verso sera una schiarita e l'Alphubel ci degna di uno sguardo



4 giugno: Taschhutte 2701m - Alphubel 4206m - Britanniahutte 3030m. Dislivello 2000m





Oggi partiamo alle 4.30. Il tempo promette bene...


...eh sì oggi non c'è Catena che tenga, sarà una giornata splendida


Fin sotto l'Alphubeljoch il percorso è lo stesso di ieri. Da qui al posto che scendere verso il Mellich Gletscher si sale all'Alphubeljoch


Ecco l'Alphubel con i suoi due volti: roccia e neve


Quasi all'Alphubeljoch



Dall'Alphubeljoch un lungo traverso per portarci sulla normale che sale dalla Langfluhehutte


E ora ci tocca tracciare


Finalmente in vetta (che in realtà è un piattone poco estetico). Dietro di noi Taschhorn, Dom e Lenzspitze


Discesa ripida sotto la vetta su neve pesante con un occhio ai crepi sempre in agguato


Poi la discesa si fa più rilasante


Tu Rimpfischhorn stai buono lì che domani facciamo i conti


Scendiamo sulla via di salita fin sul Mellich Gletscher. Da qui ripelliamo per risalire i 250m di dislivello che ci separano dall'Allalinpass.
A sinistra l'Allalinhorn con l'Hohlahubgrat, gloriosa uscita Cai del 2007


Caldazza!!


Dal passo discesa e poi risalita alla Britanniahutte che raggiungiamo con una variante che ci comporta una risalita di 200m aggiuntivi...tanto oggi non avevamo faticato abbastanza!
Locale invernale della Britanniahutte più spartano rispetto a quello della Tachhutte ma comunque funzionale.


5 giugno: Britanniahutte 3030m - Rimpfischhorn 4199m - Ottavan 2200m. Dislivello 1300m




Partenza ore 3.30. Sotto la luce lunare torniamo all'Allalinpass.


Si accendono le luci su Strahlhorn e Rimpfischhorn



Quasi al passo


Dall'Allalinpass si perdono un 50ina di metri traversando sotto al Rimpfischhorn


Ed eccoci sulla strada già percorsa l'altro ieri


Che ambiente!!


Dopo che ilCatena imita Orzobimbo cagando sul ghiacciaio iniziamo a risalire il canalino. Stavolta prendiamo la giusta uscita e ci portiamo sulla cresta di misto



Paretina sotto l'anticima


Poi la cima


E vai di foto panoramiche!!




In discesa facciamo 3 doppie da 25m nei punti più delicati (ancoraggi per le calate tutti già in loco ed in buono stato)


Discesa nella parte alta su neve durissima e irregolare, poi sotto le cose migliorano


Ora non ci resta che cercare la discesa verso valle


Prima seguiamo delle belle serpentine fatte da aspiranti suicidi visto che portavano ad n salto di seracchi. Quattro bestemmie, dietrofront, risaliamo e alla fine troviamo la strada giusta


Scendiamo con gli sci fin verso i 2600m, poi la neve marcia e pericolosa ci consiglia di mettere gli sci in spalla.
E la stagione scialpinistica 2009-2010 si chiude qua!!

8 commenti:

Andrea ha detto...

tutta invidia la sua :)

vecchio leone ha detto...

vacca rana Simo, che sei diventato in un'anno di sci, e hai tutta la vita davanti....

Andrea ha detto...

sempe che una valanga non lo travolga :) :) :) :)

nesquik ha detto...

finchè vado in giro col catena la valanga se la prenderà con lui, quando andrò in giro con te ce la giochiamo!!

Andrea ha detto...

Quante volte ha detto che sarebbe stata una giornata di merda?

nesquik ha detto...

MILLE!!!!!!

Orzo Bimbo ha detto...

Bella li ....Azzo il primo giorno...Sono riuscito a gufare ma poi......Bravi !!!
Simone cerca di tenere per te i segreti....Se no la prossima volta uso il tuo zaino come wc.

nesquik ha detto...

con tutti gli st***zi che hai disseminato sui ghiacciai di sto mondo altro che segreto!!