Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

12 ago 2008

Cevedale, monte Rosole e Palon de la Mare

10-11 Agosto. Finalmente una due giorni. Dopo mille pensate, chi siamo, dove andiamo, chi verrà...stiamo in zona Val Malenco, ecco che Simone lancia un'idea, perchè non facciamo il Cevedale? E poi un'altra idea, potremmo fare un giro ad anello partendo dai Forni, Pizzini, Casati e lì si dorme. Secondo giorno, Cevedale, monte Rosole, Palon de la Mare e poi scendiamo al Branca e di nuovo ai Forni.

La salita alla Casati è stata bella e veloce...in tutti i sensi !











Il panorama aiuta a dimenticare gli interminabili tornanti per arrivare alla Casati. Non c'è nulla da dire, ancora una vola fortunati con il tempo...ma le parole di Andrea l'americano, mi ritornano in mente: "fate i puri o prendete le jeep?"










Il tempo di fare qualche altra foto e siamo arrivati:













il tempo cambia, arrivano le nuvole, come del resto era prevedibile, ma non ci impediscono di ammirare la luna













e poi tutti a nanna, non prima di aver cenato...e visti i prezzi...non prima di aver gustato e stragustato la cena (questo vale per tutti, tranne per la Chiara naturalmente :-P)

Idea dell'ultimo minuto (mia e penso che qualcuno mi avrà maledetto): perchè non saliamo presto al Cevedale e guardiamo l'alba da lì?

E' andata, sveglia alle 3 ! Anzi 2.45 perchè l'orologio di Chiara forse per l'altezza o forse per la sua cena (rape rosse !!) suona un tantino in anticipo. Io vi ho avvisati...ricordatevelo!!!

Oramai è fatta, siamo svegli, ci sono le stelle, possiamo scendere a fare colazione e considerando la nuova politica adottata dal rifugio (termos sul tavolo e via andare...loro non si alzano fino alle 7, non possono lavorare più di 9 ore al giorno !?!) possiamo partire.























Siamo arrivati in tempo per goderci.......l'alba....




E la prima cima è fatta.


Cosa facciamo ora?? Diamo un'occhiata alla proposta di Simone:


Si scende sulla neve, poi si fa la cresta fino al bivacco Colombo (si vede piccolo piccolo in fondo alla cresta), si scende ancora e poi sù, uno, due panettoni e poi si sale ancora fino alla cima del Palon de la Mare. Da qui poi dobbiamo cercare la discesa...si si...è proprio il caso di dire..cercare.

Ok si va !!

Ecco la cresta...mentre rientramo da una piccola variante...che fiatone.



E dopo un pò di sali e scendi tra sfasciumi, fango, neve...un passaggino facile facile ecco finalmente il bivacco. Possiamo riposare e mangiare qualcosa...











Siamo ripartiti, e dopo aver cercato inutilmente una via di uscita, puntiamo alla terza cima. Ecco qui il percorso fatto finora con il bivacco, la bella cresta ed il Cevedale. Ehh si, si scende...ma ora ci tocca risalire !!



Ecco la cima del Palon de la Mare. Mi aspettavo qualcosa di più...una croce



...invece un paletto in legno con le bandierine strappate dal vento. panorama stupendo !!!













ci sarebbero mille altre foto...ed emozioni...











ma il tempo corre....e le nuvole pure, quindi giù verso il Branca e dopo un pò di girare sul ghiacciaio.....











baciati dalla fortuna, dopo aver cercato ovunque il passaggio prendiamo la valle giusta. Da qui si scende tutto il ghiacciaio....










poi si esce sulla morena a cercare il sentiero che in modo verticale scende molto velocemente al Branca....













che si vede...ancora lontano










e poi finalmente...se magna...sono quasi le 3, ci dobbiamo "accontentare" di un piatto di affettati...









......sapendo che per cena ci aspettano i pizzoccheri dai gemelli (grazie Maria Teresa !!!!)

Bella due giorni, compagnia allegra, divertente, motivante e ottimi amici. un pensiero va anche a tutte quelli che non sono potuti venire...."vi siete persi mille emozioni !!!"

Un grazie a Maurizio che ha tenuto duro, a Simone che ci ha accompagnati con passo sicuro (e veloce uff uff), a Chiara che nonostante le rape rosse (barbabietole !!) ha mantenuto sempre il sorriso e ci ha fornito di caramelle al miele e propoli ed infine a Barbara, sicura e determinata e soprattuto perchè fianlmente ha trovato due giorni ad Agosto (mission impossible !!!!).

3 commenti:

chiara ha detto...

Un grazie anche a te, per aver guidato fino a casa, mentre noi si dormicchiava bellamente e beatamente, dopo la sveglia all'alba (anzi, pure prima! E comunque ben vengano alzatacce del genere per "gustarsi" simili spettacoli), la lunga ma bellissima camminata e.....i pizzoccheri della zia! E un GRAZIE enorme a tutti quanti: sono state 2 giornate favolose in tutto: posti, compagnia, escursione e meteo. A quando le prossime??!!??
Chiara
PS1: Anch'io me la sono gustata la mia cena! Soprattutto le barbabietole. E poi la sveglia è suonata alle 2.50!
PS2: Grazie anche a Richi per le picche. La prossima volta devi essere dei nostri

Lele ha detto...

Azz...ragazzi...complimenti, come mi sarebbe piaciuto esserci...vorrà dire che quando tornerò per montagne vi obbligherò a rifare tutti i giri che avete fatto durante la mia lunga assenza....veramente complimenti in particolare a Barbara che mi da l'impressione di essere una roccia...
ciao

Andrea ha detto...

we!! Io vi osservo anche da oltre oceano! Allora avete preso la scorciatoia, eh?? Bravi!!

seguiteci su: http://americanini.blogspot.com/