Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

02 nov 2007

Traversata dei Magnaghi

Concatenamento di soddisfazione sui torrioni più famosi della grignetta. Abbiamo salito lo spigolo Falc al Magnaghi Meridionale, il solito "traversino" sul Magnaghi Centrale e per concludere la via Bartesaghi al Magnaghi Settentrionale.

Il premio di miglior via di giornata va alla Bartesaghi per l'esposizione sempre continua e per la stupenda roccia che ne caratterizza il pilastro.

L'obiettivo di giornata


Giochi di luce


Andrea sulla seconda lunghezza dello spigolo Falc poco dopo il passaggio chiave


Sulla prima lunghezza della via Bartesaghi


Crucchi sulla vicina via Lecco


All'orizzonte compaiono i colossi della val Masino: Badile e Cengalo


E questi non sono da meno: Disgrazia, Bernina e Palù


Verso nuove e fantastiche avventure

1 commento:

Andrea ha detto...

Ho salito i magnaghi ben 5 volte in due anni, ma ogni volta sembra la prima!!

Ogni via trasmette qualcosa che le altre vie non possono dare. Dai Magnaghi puoi spaziare fino ai Palù, dal Fungo rimani colpito da tutte queste guglie a picco sul lago.
Ci sono vie per tutti, da quelle brevi e facili, a quelle lunghe e difficili. Da vie classiche a vie moderne...

Credo che non mi stancherò mai di arrampicare in Grigna!