Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

09 set 2012

Oceano Irrazionale-Val di Mello 8/9/2012


Un insieme di impegno oltre che la via (noi impegato 5h e 30) anche l'avvicinamento  e le doppie (sulla via Piedi di Piombo per calarsi dalla cengia mediana le solite guide del posto hanno lasciato la sosta per la seconda calata molto angolata a sinstra faccia a monte per cui c'è bisogno di un/una bravo in aderenza che sia capace di raggiungerla, io è la seconda volta che passo di là per fortuna da secondo sul quel tratto; l'incubo della sbandierata mi frena molto..).

Per me, più o meno fermo da un mesetto, la proposta del socio Fabio era una delle poche opportunità di fare Oceano perchè so come lui si muove sul granito. Lì non ci sono pressochè chiodi lungo i tiri se non qualcuno in quello della "tromba"; Le soste sono a chiodi con cordini vecchi e piante; Per questi motivi l'ambiente è volutamente selettivo e tutte le volte che vado in Valle, scalando teso, procedo con un pò di goffaggine, ho tirato anche un paio di voletti nel VI+ (su friend..) del resto se il piede non tiene è perchè non premi abbastanza!

Ecco un pò di foto:

Il tracciato e vista del 4 tiro:



 Sì si, quello quel puntino verde della seconda foto era proprio lui! Mitico Pedeferri nei paraggi con due giovani guide per chiodare una variante, gradi stellari...
Ma ecco cosa spetta al buffone Fabio: il traverso della tromba si fa con la gamba sinistra incastrata nella fessura, la destra non ha niente...
Ma con un pò di smadonnamenti si passa il tratto chiave (anche perchè non hai alternative...)

Più in alto la musica cambia nel senso che i tiri faticosi lasciano spazio a tratti erbosi e belle placche tutte da proteggere.



Fino ad arrivare al bellissimo boschetto sommitale del precipizio degli asteroidi

Dove domina il cavalcorto a Ovest (e il disgrazia a Levante)


Poco più di tre ore di doppie per stare tranquilli



I chiodatori resteranno all'opera fino al tramonto (bivaccheranno? Mah probabile...)


Alle 19 e 30 al Gatto Rosso, belli bolliti, ho tranquillizzato Richi, forse nei paraggi anche lui con gli scurbatt con un SMS di saluto, poi con affetto, ricambiato.

4 commenti:

Orzo Bimbo ha detto...

E che mizzega...
Alla faccia della via !!!!
Non credo riusciro' mai a fare una via cosi....
Complimenti Coscritto e Socio !

tiramisù ha detto...

Nel forum di on-ice qualcuno nella sua firma scrive che i limiti sono nella propria testa:-)
Ciò detto, se berrai solo acqua, se mangerai macrobiotico e se ti allenerai per davvero per un pò di tempo la farai meglio di come l'ho fatta io che oltre alla poca anzianità di rampicatore spreco energie altrove.

Il nostro ragionamento (non l'avrai mica presa come mazzata eh, era provocatoria!:-))però potrebbe ribaltarsi con salutari mangiate e bevute e "fanculo" alla roba dura!

Orzo Bimbo ha detto...

Berro' solo acqua...mangero vegano...mi allenero' davvero....
Ma stai scherzando !!!!
La vita è fatta di piaceri;gia mi cago addoso quando arrampico se poi finito mi devo bere una bella acqua...lascio tutto e mi faccio monaco tibetano....
O se no dico " io quella roba la li non la faro' mai !"
A presto caro, ed vai con il secondo ragionamento !

DiegoR ha detto...

Per il secondo ragionamento ci sono anche io... E li si che sono allenato e non azzero anzi...