Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

07 mag 2012

La Pietra di Bismantova

Anche questa volta riusciamo a trovare una soluzione al meteo che è pessimo su tutte le Alpi e persino in Liguria......La Pietra di Bismantova !
Infatti è l'unico posto in cui non dovrebbe piovere oggi.
In 11 partiamo da Brugherio i 2 comaschi e la varesina si faranno trovare appena fuori Reggio Emilia.
La giornata si vede dal mattino infatti alla prima rotonda un indicazione stradale ci rende un po' titubanti ....andiamo ad arrampicare o andiamo a fare un giro al curioso paesino.....
Il buon senso, lascia il posto al Sesso e finalmente compare la Pietra.
E' una roccia strana, sembra finta vederla dal parcheggio.
Prima di lasciare le macchine un po' di colluttorio per tutti....
Arriviamo al Eremo, in molti hanno avuto la nostra idea e c'è molta gente....
Marco e Rocco si danno subito alla macchia e li rivedremo solo alla sera ....
Noi decidiamo di andare a scoprire questa nuova roccia in un settore abbordabile la " Banana ".
Essendo in tanti, un po' restano qui e un po' mi seguono, andiamo a cercare un altro settore abbordabile piu' avanti.....Ma arrivati a Pornografia ...Ci fermiamo !
La roccia è strana, è un conglomerato di sabbia, le vie che facciamo all' inizio ci bastonano a dovere...
"Cicciolina" e" Luana" non scherzano 6a ma si sa dalle donne si accetta tutto....
Il sole ci lascia ma non demordiamo e continuiamo a scoprire l'aderenza fantastica che hanno le scarpette su questa roccia e l'assenza di appigli per le mani.
Verso le 12 decidiamo di ritornare dagli altri, ovviamente cambiando sentiero e facendo un pezzo di ferrata.
Caratteristici passaggi si susseguono per finire in grotte e meandri...
Arrivati dagli altri , che nel frattempo hanno monopolizato una parte del settore, la classica allegria di gruppo è troppo bella, si arrampica e si scherza e il tempo passa.
Va che modo di fare sicura....
Ale Luca....
Stanchi di guardare in su decidiamo di fare qualcosaltro, un gruppo andra' a fare la ferrata, Chiara Gianna e Oscar.
Un gruppo restera' qua a allenarsi su i monotiri e un altro andra' a fare una via.
Carola e Luca arrampicheranno in cordata con me....Poverini....
A ruota ci seguono Isa e Claus e sotto arriva Maurizio con Alessandra.
Secondo tiro; vi assicuro che anche se sono tiri di 3 grado è stato un toccasana l'allenamento mattutino.
Prendere confidenza con questa strana roccia ora agevola tantissimo e arrampicare è un piacere
                                  
Visto il casino che c'era alla sosta sotto faccio sostare Isa un po' piu' in su su la sosta di un altra via...
Cosi possiamo stare un po' piu' comodi....
Ripartendo sento che Claudio che Chiede a Isa come mai è uscita dalla via....
Prima che riesce a rispondere intervengo io e gli dico come faccia a fidarsi di una cosi....
Da ora parte una serie di sfottimenti e battute che ci accompagneranno fino la fine della via.
Al 3 tiro Isa si fa convincere da Claus a fare la variante alta 5a con 2 strappiombini...
Veramente un tiro bello che finisce su questa bellissima cengia.
Luca guardando giu' dice .......Meglio non scriverlo !
L'ultimo passaggio un traverso con molto vuoto sotto anche Alessandra arriva.
Ed eccoci finalmente in cima !
La croce non c'è, ma un tavolo indica la cima.
Isa non ha voluto raggiungerci perchè c'era un vento fortissimo in cima, ma nel sottostante bosco accetta di fare la foto di gruppo è un ordine !
Questo lo schema della via che si chiama Piccinelli Brianti con variante alta.
Ritrovati i compagni di giornata cosa c'è di meglio di lambrusco e .....
Gnocco fritto !
Grazie Pietra di Bismantova, ci hai regalato una fantastico sabato !

17 commenti:

la fata ha detto...

il mio sabato è stato un po' meno di soddisfazione... rimanere da sola di fronte ad una parete troppo difficile da fare come prima e una sola corda su una via tra l'altro già fatta (e ringrazio claus che almeno me l'ha lasciata!) già appena alle 14:30...
e Maurizio? si è sparato il passo del cerreto sotto il diluvio 2 volte di fatto solo per farmi da taxista... convinto a venire da queste mie parole: "vieni, vedrai che ne vale la pena! siamo un gruppo bellissimo e numerosissimo che si diverte sempre un sacco tutti insieme! e poi c'è gente molto brava,e sono sempre molto disponibili ad aiutare chi si avvicina all'arrampicata".

Orzo Bimbo ha detto...

Quando si è parlato di andare a fare una via dopo una mattinata passata a studiare la roccia diversa, eravamo solo in 5 poi altri si sono aggiunti non è colpa mia.
Mi spiace per Maurizio che è venuto e noi eravamo su.
Non si poteva fare la via alla mattina e i monotiri in pomeriggio hai notato anche tu che la roccia era diversa dalla nostra, quindi è stato giusto fare cosi.
Ma Maurizio perchè è arrivato alle 3 se arrivava in mattinata non c'erano tutti questi problemi.

la fata ha detto...

perchè tanto era una falesia e lui che una giornata intera di arrampicata non riesce a farsela era perfettamente inutile che si mettesse la sveglia tanto presto salvo poi rimane ore ad aspettare me che arrampicavo...
io nn ti do la colpa di niente, caro riki, ma mettiti nei miei panni e poi leggiti il soddisfatto report...
tra l'altro, dolce com'è, lui non si è lamentato di nulla; sono io che, per com'è andata, mi sono sentita terribilmente mortificata nei suoi confronti! come, d'altronde, mi è dispiaciuto per Renato: anche lui è rimasto 2 ore da solo lì dove il gruppo si era felicemente ricongiuto

la fata ha detto...

vorrei inoltre aggiungere...
io ho chiesto scusa a entrambi perchè si meritavano delle scuse, e le ho chieste a nome del gruppo perchè era giusto farle a nome di tutti...
e di me chi si è interessato? cosa volevo/potevo fare; o almeno oggi che qualcuno si fosse posto il dubbio se potevo esserci rimasta male... (invece di ringraziare il sasso della bellissima e perfetta giornata)
chissà se mi sarei fatta i cazzi miei anch'io (scusate il francesismo, ma si chiamano così!) o se avrei dimostrato un minimo di sensibilità in più. manca la controprova, ma mi piace pensarmi parte di un gruppo veramente...
non dico che abbiate fatto male a farveli, dico solo che ve li siete fatti!
anche a me è capitato di comportarmi da str... senza cattiveria e senza intenzione; ma una volta resamene conto, ho chiesto scusa di cuore (perchè ho superato il mio egocentrica e mi sono resa conto che esistono anche gli altri) e la volta dopo ci sono stata più attenta! perchè bisogna sempre avere presente che ciascuno ha le proprie esigenze e desideri, ma anche che gli altri hanno la loro sensibilità!
per chi fosse interessato, cmq, io non sono nè arrabbiata nè rancorosa, quindi sono serena e sorridende nello scrivere ciò, semplicemente non sono una che si cova un malumore e poi lo reprime...

Ovomaltina ha detto...

No, Morgana, non credo che il gruppo si sia fatto i cazzi propri... Semplicemente quando ci sono tante persone e diverse opzioni ciascuno sceglie in base anche alle proprie capacità cosa può fare...
Comunque come hai visto la falesia non è come una via lunga in cui sei impegnato costantemente, anche tra di noi aspettando che i vari tiri si liberassero non siamo sempre stati in parete, lui poteva passare la giornata con tutto il gruppo, conoscerci, scambiare due chiacchiere e riposarsi tra un tiro e l'altro... Non c'era solo l'arrampicata, c'era anche una piacevolissima compagnia, pensaci per la prossima volta

caterpillar ha detto...

posso solo ringraziare tutti per la bellissima giornata e per la grande compagnia fatta da gente splendida e preparata ed in particolare come sempre a riki per aver organizzato il tutto azzeccando come sempre anche le previsioni ..GRANDE IL CAPITANO

Ovomaltina ha detto...

Capitano e stratega del Meteo!!! Non ne sbaglia una...

la fata ha detto...

No alessandra, mi sa che non hai proprio capito quello che hai letto … Risp punto per punto:
qui non c’erano né tante persone (perché ero da sola) né diverse opzioni (perché c’era una corda sola): che scelta ho avuto?
So cos’è una falesia e lo sa anche lui e l’idea, come non è difficile immaginare, era proprio quella di “passare la giornata con tutto il gruppo, conoscerci, scambiare due chiacchiere e riposarsi tra un tiro e l'altro... Non c'era solo l'arrampicata, c'era anche una piacevolissima compagnia,”(sono le tue parole).
Ma quando lui si è ritrovato davanti alla parete non c’era nulla di tutto ciò.
Quindi pensaci tu la prossima volta prima di rispondere in modo tanto inappropriato.

Ribadirò il mio messaggio in altri termini: io non sono arrabbiata, né ho mai preteso di condizionare neanche una persona, figuriamoci un intero gruppo! Ho solo voluto che si prendesse coscienza che i termini entusiasti non hanno riguardato tutti. Nessuno ha colpa né io ho assoluzione, solo –magari!- la prossima volta che si gestisce un gruppo tanto numeroso magari si prendano in considerazione le esigenze di tutti, o forse sarebbe meglio ridurre il numero di partecipanti … (ovviamente questo è un rimprovero a me!). perché provate a pensare… e se mi fossi fatta qualcosa? E se renato avesse avuto dei problemi? Di chi sarebbe stata la responsabilità?

Ovomaltina ha detto...

Infatti io partivo dal presupposto che il tuo lui si sarebbe potuto aggregare dal primo mattino quando c'eravamo tutti, non quando ormai i tiri in falesia fattibili erano finiti per tutti (non solo per te) e quindi ci si è spostati da un'altra parte. E poi, a dirla tutta, tu avevi detto che avevi approfittato dell'uscita in Emilia per vederti con lui, cosa che non sarebbe stata fattibile se fossimo andati in un altro posto... Mi spiace, ma anche tu hai fatto un pò i tuoi conti, non è colpa di nessuno se poi è andata così...

la fata ha detto...

sulla sua aggregazione di primo mattino ho già risposto e i "miei conti" non hanno fatto rimanere male nessuno...

Anonimo ha detto...

Questi ragazzi danno molto in tempo ed energie per aiutare chi come noi si è da poco avvicinato alla montagna e vuole imparare, ci mettono tantissimo impegno ed entusiasmo.
Non si tratta solo della giornata in sé, bisogna preparare la gita, scegliere la meta in funzione di persone che hanno poca esperienza, cercare di valutare bene il meteo
Certo nessuno li obbliga, sicuramente se lo fanno è perché gli piace stare in compagnia, trasmettere agli altri e mille altre buone ragioni
E se una giornata non è andata proprio come ti aspettavi pazienza, la prossima volta andrà meglio
Carola

la fata ha detto...

pienamente d'accordo con te carola, infatti non sono arrabbiata (quante volte dovrò dirlo?): io ringrazio dell'organizzazione e del coinvolgimento, solo che ho ritenuto di dire anche il mio punto di vista, dato che era passato inosservato...

Anonimo ha detto...

viva la bella compagnia,il sole,la roccia,la neve,le zollette di zucchero e il lambrusco.

morgana non t'ammorbare,per la prossima volta hai la ghisa garantita, di quella che ti dovrai bere la birra con la cannuccia da quanto ti faranno male le braccia :)

claudio

la fata ha detto...

propongo zollette di zucchero impregnate di birra... o forse fà schifo? ... mi sa di sì!!!!!!

Oscar ha detto...

io dico solo che capisco la posizione di Morgana

Marco ha detto...

Benvenuti in Pietra!
un saluto dagli Alpinisti del Lambrusco

Alex Rescue Technical Emergency ha detto...

se vi interessa, sto preparando l'aggiornamento alla guida all'arrampicata della Pietra di Bismantova:
www.alexstecchezzini.it/oiutdoor
grazie ci vediamo sù.... se vi và pubblicatelo sul vostro BLOG! ciao alex