Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

07 feb 2012

Cima di Lemma dalla Val Corta alla Val Lunga

Finalmente la prima gita orobica di questo pazzo inverno. Al parcheggio della Val Corta 1100m non fa neanche troppo freddo...solo -17. Tutto è rimasto come appena dopo la nevica di inizio settimana...neve polverosa e alberi imbiancati.

Imbocchiamo così la Val Corta (che in realtà è lunga) che poi si divide in Val Budria (che detiene il titolo di michiagita dello scorso anno) e Val di Lemma.
Stavolta non mi lascio fregare dal Catena e ci infiliamo in Val di Lemma

Dopo tanti chilometri iniziamo finalmente a guodagnare quota e abbiamo anche l'onore di tracciare (sulla sinistra la cima di Lemma bella bianca)

Vista la notevole quantità di neve fresca decidiamo di non disturbare il pendio che porta direttamente in cima ma ci spostiamo sulla più sicura cresta che dal Passo di Lemma ci conduce in vetta. Intanto nebbie estive vanno e vengono

In vetta ci accoglie il fratello di Giotto salito dall'altro versante

Verso la Val Masino

La discesa dall Val Lunga di rivelerà ottima, in alto polvere, in basso una bella pista con un buon fondo grazie ai numerosi passaggi...oggi manco un sasso!

Prima di tornare a casa diamo un'occhiata al Cengalo: dopo la mega frana di qualche settimana fa per ora è ancora su

1 commento:

Orzo Bimbo ha detto...

Neanche un sasso ...Ormai non cè piu' gusto...Torno ad arrampicare...
Manco morto...Oggi sistemo le solette, ormai con i candelotti sono un mago...
Sabato è vicino !