Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

7 ott 2010

Cima Castore (20/08/10)

Ormai da 4 anni a questa parte per smaltire le pesanti grigliate di Ferragosto io e mio fratello ci poniamo l'obiettivo di raggiunge una vetta delle Alpi (per adesso nulla di estremamente complesso e tecnico visto che sono un fifone!!!). Quest'anno è toccato ai 4228m della cima del Castore sul Monte Rosa. L'ascesa è avvenuta per la via normale: notte al rifugio Quintino Sella e salita alla vetta nella mattinata. La salita al rifugio non è stata delle migliori; circondati dalle nuvole e da una finissima pioggia che non faceva morale, ma nello stesso tempo non ci permetteva di vedere la lontanissima meta per la cena. Una volta raggiunto il rifugio la pioggia e le nuvole hanno iniziato a dissolversi aprendo uno spiraglio nel grigio cielo.
Finalmente prima di andare a dormire ogni pericolo di brutto tempo è stato scacciato!!

La mattina promette bene: nessuna nuvola all'orizzonete!

I primi passi sul ghiacciaio affiancati dal Cervino.

Le prime rampe, ancora freschi e sorridenti.
Verso il colle del Felik ed il lontananza la cresta del Castore.

Il Colle Felik e alle nostre spalle il Castore.

Finalmente la cresta!! Fortunatamente la neve è in ottime condizioni!!
In Cima a 4228m!!

I Lyskamm dalla cima. (no grazie!!)
Ancora in cima. Stefano e la cresta.
Sempre e comunque in cima. Io!

Si scende giù dal Felik!
Qualche crepaccio!!
Quasi arrivati al Rifugio Sella.

Gita molto bella e tutto sommato anche un minimo tecnica (per i miei canoni), le mie maggiori difficoltà sono state soprattutto in discesa dal rifugio agli impianti. Le corde fisse non sono il mio forte, poi la neve non dava il massimo della sicurezza.

Davide

4 commenti:

Andrea ha detto...

Un'ottima gita per entrare a far parte di Alpinline!!

vecchioleone ha detto...

Caro dav87 non ti conosco personalmente ma ti do il benvenuto e ti faccio i complimenti per l'entrata di pregio nel blog, un 4000 è sempre un 4000...e questo in particolare mi sta a cuore e mi evoca ricordi lontani perchè è stato il mio primo 4000 tanto tanto tempo fa.
Poi la fifa passa con l'abitudine e quindi....non aspettare ferragosto 2011 e dacci dentro!!!
e complimenti per la prima foto, FANTASTICA!

Orzo Bimbo ha detto...

Complimenti e ben arrivato nel gruppo!
La foto piu emotiva per me' è quella:
I Lyskamm dalla cima. (no grazie!!)
Bee.. proprio sull profilo piu' a destra con Simone siamo saliti, e il punto piu pericoloso è stato passare quella sella ....
Vedrai comunque che quello che una volta ti sembrava impossibile prima o poi sara' possibile...
Guarda me.... Ora vado in giro solo con il cane !
Ma scusa chi era il terzo della cordata ?

Dav87 ha detto...

Grazie per i complimenti. Il terzo in cordata è Mauro la guida di Champoluc. Mi sono dimenticato di scriverlo! Non avendo troppo esperienza di ghiacciaio preferiamo affidarci ad una persona che conosce il posto e i metodi (è la quarta volta che mi trovo in alta quota). La ringrazio perché è stato molto disponibile e gentile, rendendoci la passeggiata ancor più gustosa grazie alla sua esperienza e alla sua passione per la montagna. La montagna la vivo soprattutto d’estate, tra bici e trekking. L’alta quota è una succulenta ciliegina sulla torta!