Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

02 mag 2010

Il profondo rispetto dell'indria







Il meteo promette male, spazzoliamo tutto l'arco alpino fino ad Arco di trento dove, almeno la mattina, dovrebbe reggere. Partiamo così di buon ora io, Ale e Simo.
Scegliamo la via "Il profondo rispetto dell'indira" alle Coste dell'Anglone, pochi chilometri dentro la valle del Sarca.
La via è un alternarsi di eleganti fessure e diedri con passi mai banali e chiodatura alpinistica: pochi spit e molte clessidre...Roccia ottima con qualche tratto di sentiero a raccordare i torrioni, tratti di boschetto che non disturbano l'arrampicata.


La valle con i suoi vigneti...


Alle 8 attacchiamo e siamo subito in maglietta.
Simo nella parte iniziale della via.


L'ostica fessura di metà via


Il terz'ultimo tiro è un diedrone molto duro, VI obligatorio con chiodatura severa e uscita di VI+. Ale non ha problemi, anzi lo concatena al tiro precedente!

Non sono proprio abituato ad arrampicare da secondo, è un mondo diverso dove è facile farsi prendere dalla foga al pensiero di "tanto ho la corda davanti".
In uscita dal tiro duro


Le placche finali, Indria o Kundalini?



Simone sull'ultima placca...


Giornata spettacolare da tutti i punti di vista: meteo, compagnia e via. Peccato solo la birra che Alessandro si è rovesciato addosso....

6 commenti:

nesquik ha detto...

w il carpaccio alla birra e le mamme di arco!!

vecchio leone ha detto...

che buscetta che sei, sei tu che mi hai gavettonato e fatto così mangiare un carpaccio alla birra per dispetto, va bene, non ti faccio più restare da secondo sul pezzo più bello....

vecchio eone ha detto...

trovato! non è simone nell'ultima foto, bensì è un raro Xylosteus spinolai della famiglia dei cerambycoidea, sono dell'ordine dei coleotteri fitofagi.
http://it.wikipedia.org/wiki/Cerambycoidea

Andrea ha detto...

sempre meglio che essere uno scarabeo stercorario...

Orzo Bimbo ha detto...

Bella salita complimenti.
Ma cosa c'entrano le mamme di Arco ?
Voi mi nascondete qualcosa....

alefsio alias vecchio leone ha detto...

lo sa Simone....