Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

01 nov 2009

Estate 2009

Ci voleva proprio un weekend di pseudo malattia per obbligarmi a mettere le foto sul blog.....Ma visto che niente succede a caso: si vede che era proprio ora!
Quindi ecco alcune delle immagini della mia bellissima estate.

PERU' - CORDILLERA BLANCA - 17 giugno/10 luglio
Sono tornata da oltre 3 mesi dal mio fantastico viaggio in Perù - un trekking di 20 giorni in Cordillera Blanca - ma mi basta fermarmi un attimo xchè mi tornino ancora negli occhi, nella mente e nel cuore quei posti, quei monti, quelle pampas sterminate dove piantavamo ogni sera le nostre tende (tranne nei 5 giorni in cui abbiamo dormito nei 3 rifugi - Ishinca, Huascaran, Pisco o Perù - costruiti e gestiti da OMG - Operazione Mato Grosso).
Quei ruscelli limpidissimi - e freddissimi!! - dove ci immergevamo ogni pomeriggio e che ci cullavano ogni notte con il suono del loro scorrerre.
Quei nevados così immensi, immacolati ma anche così a portata di mano, dove, mentre ci salivi (col fiatone, per le quote!) e poi arrivando in vetta non ti veniva altro se non di sorridere, di ringraziare e di essere felice...... E certamente non per l'impresa.
E ancora quei fiori profumatissimi - taugli - che trovavi fin quasi sui 5000mt;quei laghetti da fiaba; quei boschi profumatissimi di eucalypto, che più su si trasformavano in boschi di quenal (una pianta bellissima, più o meno simile alla nostra quercia da sughero, ma con una corteccia molto più rossa e più squamosa, tipica del Perù e della Bolivia); quei cieli stellati (mai viste così tante stelle, così luccicanti e che sembravano così.....vicine!) e quella luna che illuminava a giorno anche se era solo uno spicchietto, grazie al riverbero delle pareti ghiacciate..... E non vi dico il chiarore quando è stata piena......Anche se di sera faceva freddo a rimanere fuori dalla tenda ad ammirarle.....Ma chi lo sentiva il freddo.....(almeno per un pò!).
Quelle albe accecanti, che portavano finalmente il sole, e la brina si scioglieva sulle tende.
Quei tramonti infuocati e velocissimi, che nel giro di pochi minuti ti costringevano ad indossare pile, guanti e cappello .....(che non toglievi fino al mattino successivo).
E poi i bimbi, col sorriso sul volto e nel cuore; le donne, coi loro abiti coloratissimi, che portavano al pascolo gli animali (capre, soprattutto, e tori); gli uomini, dediti a sistemare i villaggi o a coltivare (soprattutto patate), nelle distese sterminate di campi lungo i versanti delle montagne.....che ancora adesso mi chiedo come facciano a coltivare con quelle pendenze.
E poi - soprattutto - loro, i volontari dell'associazione Mato Grosso. Sia quelli peruani, del posto, che quelli provenienti dall'Italia. E' grazie all'aiuto e all'operato dei volontari italiani che questa gente - e soprattutto questi ragazzi - hanno smesso di scappare a Lima a "far fortuna" (e poi sai che fortuna, vivere nelle favelas alla periferia della città e fare qualche lavoro, più o meno infimo, ogni tanto...) e hanno incominciato a valorizzare e sfruttare le "ricchezze" della loro terra, grazie alle loro abilità. Come il LEGNO: dalle scuole di falegnaria e intaglio escono dei mobili stupendi, senza una vite, un chiodo, ma tutto ad incastro, e abbinato alla roccia. Come le LANE e i TESSUTI: magliette, maglioni, cappelli, guanti, sciarpe, poncho, giacche......tutti bellissimi e coloratissimi. E come - da ultimo - le MONTAGNE. Le strabilianti montagne della Cordillera Blanca e della Cordillera Nigra. E' da qualche anno infatti che è nata una vera e propria SCUOLA DI GUIDE ALPINE a Marcarà (vicino a Huaraz) nel cuore della Cordigliera Andina. I ragazzi vengono formati da guide alpine italiane in 3 anni di corso - comprensivi di periodi di tirocinio e uscite sul campo; poi passano una serie di esami finali e alla fine diventano guide alpine a tutti gli effetti. Ora, alla SCUOLA DELLE GUIDE di Marcarà ci sono 5 guide già "diplomate", che accompagnano i vari gruppi, e altrettante 5 "aspiranti guide" che si stanno formando, e fanno da "aiuto-accompagnatori". E sono tutti bravissimi. La nostra stupenda guida si chiamava Edgar, un ragazzo di 28 anni, che ci accompagnato - con professionalità e serietà ma anche con simpatia, cortesia e gentilezze - per tutti i 15 giorni effettivi di cammino, sia nelle parti di "puro" trekking (la VIA DON BOSCO, un cammino che si snoda tra i 3000 e i 5000mt. e che corre lungo e parallelo alla Cordigliera Bianca, su è giù tra le varie quebrada, con tappe giornaliere di 5, 6, 7 e talvolta 8 ore), sia in quelle più "alpinistiche" (siamo saliti su 3 ghiacciai: Ishinca, Urus e Pisco, rispettivamente a 5550mt., 5490mt. e 5780mt. ..... Pure io! ...... A quasi 6000mt.! Grazie ad Edgar e ai miei fantastici compagni di cammino).
Io continuerei a scrivere di questo viaggio, all'infinito. Ma sono certa che le immagini valgono di più di tante parole. E stancano anche meno.
Un'ultima precisazione: tutto il denaro che abbiamo speso per il trekking e che abbiamo consegnato a marcarà è stato tutto impiegato per la "missione" di OMG, ovvero la sistemazione dei villaggi andini, il sostentamento ai poveri, le spese per il funzionamento dell'ospedale di Chachas o dell'orfanotrofio, e via dicendo.....
Buona visione. E per me, ma anche per chi ne avesse voglia, un augurio a ritornare/andare presto in questi luoghi.

Perù


18/19 luglio: gita CAI Brugherio: Rifugio Crete Seche (mt.2410) e Mont Gelè (mt. 3519)
Della serie: se non si superano i 3000 non siamo contenti!!!!!

Crete Seche


26 luglio: M.te Roisette
E la Val d'Aosta va per la maggiore!
15/22 agosto: Capalbio
Al mare! Ma comunque si cammina. E si và in bici!

MteRoisette-Capalbio


30/31 agosto: Gita CAI Brugherio: Dolomiti di Brenta - Rifugio Agostini e ferrata Castiglioni
E vai di ferrate!

Dolomiti Brenta


1 settembre: Rifugio Marinelli e Vallone dello Scerscen
Troppo bello starsene a casa. Le ferie infrasettimanali sono le più belle! Soprattutto con giornate del genere.

Marinelli

6/7 settembre: gita CAI Concorezzo: Pale di S.Martino - rifugio Pradidali e ferrata
Seconda ferrata.....ma solo per i pochi ma buoni! E io mi devo allenare!......Quello che si vede dalla cima del M.te Fradusta è il Golfo di Venezia!

Pale di San Martino


14 settembre: P.zzo Trona - "Sunrise"!
12 ottobre: Pizzo Tre Signori - CAI Monza/Corso Escursionismo

Pizzo Trona e Tre Signori


13 ottobre: Festa di Brugherio.......nell'Appennino Piacentino

Appennino Piacentino


26 ottobre: M.te Generoso.......e giuro che l'anno prossimo la mettiamo come gita CAI! Troppo panoramica e interessante!

Monte Generoso

8 commenti:

Andrea ha detto...

Bene, brava!

Ora dicci chi ti ha scritto il post!

chiara ha detto...

Intesa perfetta tra me e Maurizio. Io i testi e le foto, lui il montaggio......E vedrete il video che stà/stiamo preparando..........Con musiche andine annesse e connesse!

Anonimo ha detto...

....brava Chiara, complimenti!!! Io però resto sempre dell'idea che ORZO BIMBO è il migliore... ti porta in vetta anche stando a Brugherio!

Orzo Bimbo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Orzo Bimbo ha detto...

Miii Chiara....meno male che fai il blog ogni 4 mesi !
Va che la Divina Commedia è gia' stata scritta .
Chissa' il Video....Con pure le musiche andine......

Andrea ha detto...

Giusto per tornare su vecchi discorsi... dopo la Myriam e la Giulia mancava giusto la Chiara!

Orzo Bimbo ha detto...

Tu sei .... lo sai che non sono capace di tenermi dentro le cose.....Tu che l'hai fatta come é ? Tutta in placca o in fessura ?
Protteggibilita' ?

Andrea ha detto...

W il tantra!!