Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

04 giu 2012

Placche di Bette

Gli Scurbatt sono un gruppo formato da gente che proviene da luoghi diversi, Brugherio, Como, Varese e Buglio, e per stare assieme si decide un posto dove piu' o meno sia comodo a tutti raggiungerlo, questo sabato ci siamo ritrovati a Fuentes localita' all' inizio della Valtellina.
Finita la colazione ci avviamo verso Chiavenna e nel tragitto vediamo un deltaplano equipaggiato di canotto??? Chissa' cosa c'era dentro il caffe' è la prima cosa che mi salta in mente,ma poi visto che lo vedono tutti, mi sa' che è Icaro che si è bevuto qualcosa prima di alzarsi in volo.
 Passata Chiavenna prendiamo per lo Spluga lasciamo la macchina al parcheggio davanti a una chiesetta e ci incamminiamo verso la falesia....
Sbagliamo strada e ci infiliamo in un bosco degno di Rambo, nella ricerca disperata di questa falesia....
 Alla fine troviamo degli spit e guardando la roccia troviamo pure una via come scritto sul libro con due alberi che ne fanno da soste.
Pronti via; si inizia con un traverso per evitare i rovi poi su tenendo la sinistra....
 Per essere di 4 è un bel quarto penso, ma deve essere il fatto che è un po' sporca di muschi questa via e cio' mi fa sembrare difficile ciò che invece non lo è.
La corda fa' fatica a scorrere e quindi evito di arrivare al terrazzino con la pianta, eseguo una sosta con uno spit e un alberello che esce dalla parete.
Mi raggiungono Luca e Carola che sono assieme a me e quindi riparto, le sorprese non mancano qua non c'è un po' di muschio è un tappeto, bisogna togliere il muschio e per cercare gli appigli e per fare prendere le scarpette....
In qualche modo raggiungo il terrazzo , ora tocca a i miei 2 compagni di cordata  raggiungermi.
Va che parete......
 Nel frattempo anche Alessandra e Maurizio raggiungono la nostra vecchia sosta.
Gli dico di non continuare e aspettare li, faro' scendere una doppia che passa dalla sosta cosi anche loro scenderanno continuare è troppo pericoloso.
Luca saggiamente non inizia manco la via .
 Caspita ma possibile che sia cosi conciata questa falesia ?
Ma a toglierci tutti i dubbi è l'arrivo di Claus, ( che arriva da una scialpinistica al Tambo') ci dice che abbiamo cannato settore, e che quello pur essendo simile alla descrizione della via non è il posto giusto.
Il pastore raduna le pecorelle smarrite e le porta nella falesia giusta.
http://www.campingacquafraggia.com/bette.html
Qua ognuno decide di impegnarsi su una via diversa noi andiamo a fare la via"pelle di vipera"
Carola sulla primo tiro.
La roccia è molto bella anche se il colore scuro la rende anche molto calda, i tiri si susseguono, di sicuro il terzo è uno dei piu' belli uno strappiombino e poi una fessura da fare in dulfer.
Qua ho trovato su internet una video che fa' vedere questo tiro :
http://www.youtube.com/watch?v=mmEp0FP4Kzc
Su questa lunghezza mentre salgo in dulfer sposto la mano nella fessura e appena la carico sento pungere...
D'istinto mollo la presa,mi sbilancio, essendo sul 5c non si è messi molto bene e in una frazione di secondo perdo l'aderenza e volo, brava Carola a fermarmi.
Da sopra gli dico di non preoccuparsi sono pirla io e il passaggio non è difficile...Guardo la mano è piena di spine.
Rifaccio la dulfer e quando arrivo allo stesso punto di prima ,con piu' delicatezza vado dentro la fessura con le dita, so che non è un serpente e estraggo un rametto di rovo che ha pensato bene di trovare quella collocazione come la sua casa....
Arrivo in sosta dopo mi raggiungono Luca e Carola, gli spiego il perchè del volo, ora ci manca l'ultimo tiro di 6a su placca, siamo stanchi , ma mi dicono "è un peccato non finire la via dai prova...."
6a non è solo un numero è il mio limite...Ho paura, sono stanco ma parto...rinvio...rinvio ancora vedo la sosta...ma a un certo punta la testa va in blocco ho paura devo fidarmi delle scarpe mi ritorna in mente il volo.....infilo un cordino nel rinvio e mi ci attacco ora devo scegliere cosa fare o metto una falsamaglia e scendere o dico a sta ca..o di testa che i limiti siamo noi a farceli !
Riparto la paura non se n'è andata del tutto ma riesco a rinviare, poi ancora e poi ancora e poi arrivo in sosta .
Vorrei scendere e rifare il tiro per farlo tutto pulito ma non c'è tanto tempo peccato.
Recupero  Luca e questa è la sua faccia quando arriva in sosta, stanco ma felice e chissa' stasera ,quando a suo padre Vlady gli dira' "papa' c'è l'ho fatta ! "
Prende in mano la macchina è fa qualche foto...A un brutto ceffo che era li nei paraggi, da notare la manica ...La lotta con l'alpe ? No la lotta con noi !
Ed  ecco arrivare Carola, ultimi cristalli da tirare anche per lei...
E vai di foto ! ( a sto giro siamo arrivati in cima ;-P )
Una volta quasi alla macchina riguardiamo sulla parete da notare dove ci siamo ficcati la mattina a destra
da una ricerca su internet ho trovato che dovremmo essere finiti in un settore un po' abbandonato detto la parete del Castagneto :
http://www.vaol.it/it/arrampicata/la-via-bam-boccioni.html
A Sinistra e invece dove sale "Pelle di vipera."
Gli altri scurbat sono andati ancora piu' a sinistra penso a fare la via Innanzitutto o Navayos.
Con Claus  siamo andati dagli altri, stavano ancora calandosi e la cosa era lunga , avevamo parecchia sete e abbiamo preferito andare a trovare una bella fontana ,che ci ha donato refrigerio.
Poi una volta sentiti all cell che erano tutti giu', visto che ormai era tardi e avendo degli impegni ci siamo incamminati verso casa.
Peccato mi sarebbe piaciuto sentire le loro opinioni dal vivo magari con davanti una bella birra...Ma di sicuro leggeremo i loro commenti e magari vedremo qualche foto.
Ora metto una cartina con qualche spiegazione in piu' se qualcuno volesse andare :
Arrivati a Chiavenna prendere per Spluga.
Ci sono 2 parcheggi uno piu' grande posto a destra salendo davanti alla chiesa P1 e P2 un po' piu' in su sulla sinistra.
Appena finisce la sinistra sulla sinistra parte una stradina stretta.
Fate attenzione a non cadere nell' inganno dei cartelli segnalatori, infatti a un bivio vedrete che la strada asfaltata prosegue a destra con le indicazioni Crotto Bette, prendete invece a sinistra una strada sterrata e in 10 minuti site alla falesia.

5 commenti:

Ovomaltina ha detto...

Ecco l'altra scurbattina!!! Anche noi, come ti ho accennato al telefono siamo riusciti a concludere la via, anche se più facile della vostra erano tre tiri di placca tutti di soddisfazione!!! Arrampicare sul muschio nella prima via mi ha comunque aiutato a vedere appoggi minuscoli e sfruttarli, che bella sensazione quando i piedini stanno in equilibrio anche su piccolissimi sassetti sporgenti. Un'altra soddisfazione personale per me (e credo anche per Luca-Cater) è stato finalmente chiudere una via da primi. Bellissime le due cordate tirate da noi due, vero Luca?
Grazie a tutti i partecipanti, a Maurizio per avermi corretto sull'uso della piastrina (poi l'ho messa giusta) a Diego e Luca per la simpatia e ad Oscar per la pazienza (non sei arrivato troppo in ritardo, vero?)

Ovomaltina ha detto...

Guardando la relazione credo che la nostra fosse la via Navayos, perchè l'altra è solo da due tiri, e nella nostra alla fine è presente uno spigolo, come riportato sul tuo libro...

DiegoR ha detto...

Ciao...come sempre una bella giornata passata tra natura e persone speciali...un poco di esperienza in più fatta anche questa volta e martedì con luca(cater) ci facciamo la nostra prima via da soli, ne parlavamo giusto sabato nel ritorno, siamo partiti con delle semplici camminate in montagna guardando quei marziani che tornavano giù con corde e vari dindirindin e ci dicevamo "quelli sono pazzi", e poi eccoci qui anche con tanto entusiasmo, anche grazie a te ricky...
Ciao

Orzo Bimbo ha detto...

Bene questo era il punto di arrivo per me e il vostro punto di partenza....Ora dovete gestirvi e organizarvi avete un mondo di vie davanti da fare .
In bocca al lupo !

DiegoR ha detto...

Se mai "questo e' il punto di partenza x nuovi amici compreso te x nuove avventure" ciaooooo...