Chi e perchè.

"Ci piace trascorrere il tempo libero all'aperto, in montagna o in ambiente naturale. Ci piace camminare, scalare, sciare, e osservare. Ci interessano tutti gli aspetti della natura, dell'ambiente e dell'ecologia. E' un'esperienza che non si ferma al ritorno in città, per questo la vogliamo raccontare."
.......................................Club Alpino Italiano - sez. Brugherio

03 ott 2011

CAI Brugherio e Canton Ticino

Una due giorni d'autunno alla scoperta di luoghi a me sconosciuti...Canton ticino: zona Monte Tamaro.
Saliamo dalla parte italiana (Curiglia) dove per simpatica mulattiera nel bosco arriviamo a Monteviasco, bel borgo di poche anime perso in fitti boschi. Salendo raccolgo castagne, serviranno per la cena; abbiamo deciso di pernottare alla capanna Merigetto, costruita dalle ceneri di un vecchio rudere alla pendici del monte Gradiccioli; non ha gestore e abbiamo chiesto le chiavi al CAI di Germignaga.

Arriviamo alla capanna nel primo pomeriggio; il caldo è veramente terrificante, sembra piena estate! Penso a quei due dispersi sul Rosa e alle condizioni che troveranno sul pendio del Roccia Nera,se lo troveranno pelato sarà una salita impegnativa!

Dalla capanna puntiamo al monte Lema, ultima cima del crestone di confine Italia-Svizzera. Il dislivello dalla capanna non è molto ma lo sviluppo veramente significativo!
Quando torno alla capanna trovo Adele e Marco intenti ad accendere un fuoco per le castagne e a raccogliere ortiche: ottimo condimento per una bella pasta!

Siamo quasi al dolce quando si apre la porta e compaiono 3 belle faccine seguita da una brutta: Ale e le sue figlie! Bella esperienza per loro arrivare alla capanna con il crepuscolo alla luce delle frontali! Un piatto di pasta anche per loro e poi tutti a goderci tramonto e stellata...





La mattina, dopo una buona colazione, partiamo alla volta del monte Tamaro e del Gradiccioli; bell'itinerario che alterna tratti decisi a lunghi pianori dove ci si può rilassare e lascir spaziare lo sguardo sulle cime alpine del monte Rosa e del Vallese.

Il gruppone al completo in cammino


Ed eccoci in cima!

Il gradiccioli e il percorso che ci rimane ancora da fare


Mi manca il resto delle foto, appena me le daranno le pubblicherò.

Ho scoperto una zona che non conoscevo e forse anche qualche itinerario sci alpinistico da fare in pieno inverno con le numerose funivie della zona chiuse, altrimenti si rischia di beccare il sovraffollamento che abbiamo trovato noi in questa due giorni.

5 commenti:

Vecchioleone ha detto...

però voglio la foto in cui non si distingue chi è la bambina....

Ovomaltina ha detto...

Bella gita, bella compagnia e bella capanna... Ma soprattutto... Bello il CAI Brugherio!!!

Orzo Bimbo ha detto...

Grazie per il pensiero caro.
Infatti avevi ragione.
Ma anche sai che se mi metto in mente di salire...Con calma ma ci arrivo.
Bella gita la vostra ...Ma scusa nella foto con voi sotto le coperte....Avevate caldo o dovevate fare altro... No perchè non si spiega il perchè avete dormito Fuori !!!!

Andrea ha detto...

Guarda, con la temperatura fantastica che c'era avrei voluto farlo! Peccato il tavolo sottodimensionato per due persone!

Ovomaltina ha detto...

Andrea, anche io vorrei vedere la foto in cui non si distingue chi è la bambina... Puoi pubblicarla o è tra quelle che ti devono arrivare? Grazie!